Cerca

Giornata decisiva

Bari calcio, attesa per l'assemblea
in ballo la ricapitalizzazione del club

Paparesta Giancaspro

BARI - Si terranno domani pomeriggio l'assemblea ordinaria e straordinaria del Bari: si tratta di un passaggio cruciale in vista della prossima iscrizione al campionato di serie B e della definizione degli equilibri all’interno del club. E’ in corso, infatti, la trattativa per la cessione del 50% delle quote della società (afferenti a Gianluca Paparesta) all’imprenditore malese Noordin Ahmad.

L’8 aprile scorso è stato firmato un preliminare d’acquisto che, secondo l'advisor dell’asiatico Grazia Iannarelli, doveva trasformarsi in definitivo entro la fine di maggio.

L’assemblea ordinaria (alle 16,30 nella sede sociale) ratificherà l’ingresso nel consiglio di amministrazione di Romeo Paparesta (al posto del dimissionario Cosmo Giancaspro), mentre alle 18 nello studio di Terlizzi del notaio Titta D’Alesio, si terrà l’assemblea straordinaria, volta a ripianare le perdite registrate dal club.

All’assemblea straordinaria parteciperanno Gianluca Paparesta, presidente e proprietario del 95% delle quote sociale, e Cosmo Giancaspro, detentore del 5%. Tra Paparesta e Giancaspro, nelle ultime settimane, è emerso più di un dissenso nella gestione della società.

Alla vigilia della cruciale assemblea straordinaria che dovrebbe fare chiarezza sui conti dopo le perdite accertate, il socio di minoranza, Cosmo Giancaspro, ha puntualizzato la sua posizione. «Il dottor Cosmo Antonio Giancaspro, nella qualità di legale rappresentante del socio di minoranza di F.C. Bari 1908 S.p.a., ribadisce - è scritto nel documento - che la tutela dei diritti della società, oltre che quelli dei suoi dipendenti e creditori, pone a carico del socio di maggioranza, degli amministratori e dei sindaci l’obbligo non più differibile di adottare e verificare rigorosamente, entro domani, i provvedimenti idonei ad assicurare la continuità aziendale, per salvaguardare la quale non potrà ritenersi sufficiente soltanto il ripianamento delle perdite sinora accertate per l’importo di circa euro 5 milioni, ma dovrà essere necessariamente garantita la conservazione o ricostituzione del capitale sociale in misura non inferiore a quella esistente di euro due milioni, tenuto anche conto del fabbisogno necessario per l’adempimento di ogni obbligazione, ivi comprese quelle di imminente scadenza per l'ammissione al prossimo campionato».

Da qui l’annuncio delle successive mosse: «Il socio di minoranza di F.C. Bari 1908 S.p.a. non esiterà a contestare e denunciare immediatamente, in ogni sede competente, qualunque intervento parziale eventualmente proposto dal socio di maggioranza ed avallato dagli amministratori e dai sindaci, che si riveli inidoneo a consentire non solo l’immediato e definitivo superamento delle condizioni di cui all’art. 2447 c.c., ma anche e soprattutto il ripristino delle condizioni finanziarie necessarie per la salvaguardia della continuità aziendale, dichiarando - è puntualizzato in conclusione della nota - sin d’ora di essere pronto a tutte le decisioni opportune nell’interesse e per il bene della società».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400