Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 14:26

Calcio / Serie B - Il Bari ridiventa battibile

I biancorossi patiscono una sconfitta (2-0 ad Ascoli con doppietta di Guberti) dopo una serie positiva durata nove giornate. Gillet para un rigore. Le motivazioni calano. Ma, dopo Bari-Treviso di sabato prossimo, c'è il derby di Lecce • Risultati, classifica e prossimo turno
Calcio / Serie B - Il Bari ridiventa battibile
Una fase di Ascoli-BariASCOLI-BARI 2-0 (0-0 nel primo tempo)

Ascoli (4-4-2): Taibi, Aquilanti, Siniscalchi, Melucci, Nastos, Sommese (27' st Pesce), Luci, Di Donato (35' st Belingheri), Guberti, Bernacci (44' st Raffaello), Soncin. (60 Pennesi, 65 Uliano, 66 Bellusci, 69 Gaeta). All.: Iaconi.
Bari (4-4-2): Gillet, Galasso, Masiello, Esposito, Marchesi, Strambelli (7' st Statella), Gazzi, Rajcic, Bonanni (22' st Santoruvo), Lanzafame, Ganci (19' st Kamata). (23 Spadavecchia, 25 Ladino, 27 Stellini, 33 Desideri). All.: Conte.
Arbitro: Cavarretta di Trapani.
Reti: 2' e 18' st Guberti.
Angoli: 7-4 per il Bari.
Recupero: 0' e 5'.
Ammoniti: Bernacci, Bonanni, Kamata per gioco scorretto, Masiello, Marchese per comportamento non regolamentare.
Note: Al 41' st Gillet para un rigore a Soncin.
Spettatori: 5.743, per un incasso di 33.136 euro. Paganti 1.092 (quota 9.097 euro), abbonati 4.651 (quota 24.038).

ASCOLI PICENO - Seconda vittoria consecutiva per l'Ascoli, che prosegue la caccia al settimo posto. È una doppietta dell'incontenibile Guberti, il migliore in campo, a firmare il 2-0 finale che costringe il Bari alla sconfitta, dopo nove turni positivi.
Nell'Ascoli Iaconi lascia a casa Cioffi, Micolucci e Job e mette inizialmente in panchina alcuni giovani della Primavera. Squalificato Saverino, a centrocampo ci sono Luci e Di Donato. Dalla parte opposta Santoruvo, non al meglio, è in panchina, Ganci e Lanzafame le punte, con Strambelli esterno destro.
Fa caldo al Del Duca e questo rafforza il clima semiamichevole della partita, già condizionata dal fatto che le due squadre non hanno obiettivi importanti da inseguire. Nel primo tempo le occasioni da gol non mancano, soprattutto sul versante dei padroni di casa, che vanno vicini al gol già al 6' con un colpo di testa di Guberti, che sfiora il palo. Manda alto Lanzafame al 14', poi l'Ascoli prende in mano le redini del gioco con gli esterni Sommese e Guberti che trovano molti spazi per i cross. Al 19' Bernacci manda alto da buona posizione, al 21' Gillet si oppone ad un diagonale di Sommese.
Il Bari si limita a controllare e poco più. Galasso soffre le iniziative di Guberti e anche i due centrali, Masiello e Esposito, non sembrano in gran giornata. Il Bari si riaffaccia in area ascolana al 38', quando Lanzafame di testa impegna Taibi che para in due tempi. Il primo tempo si chiude con la palla gol più importante; al 43' colpo di testa di Bernacci, ma Rajcic respinge sulla linea. Al 44' Soncin centra il palo esterno. Squadre al riposo sullo 0-0.
La ripresa si apre col gol del vantaggio ascolano. È Guberti che al 2' dal vertice destro dell'area fa partire un tiro a rientrare che batte Gillet. Il laterale destro bianconero è scatenato, e al 18' firma la doppietta con un destro dai 18 metri che non dà scampo al portiere del Bari. Conte cambia Ganci e Bonanni per Kamata e Santoruvo, ma la sostanza non cambia. Il Bari non riesce mai ad essere pericoloso ed in compenso è invece la squadra di casa a procurarsi al 41' un calcio di rigore, che Soncin si fa però parare da Gillet. Da segnalare l'esordio in serie B fra le file ascolane del giovane Raffaello, entrato nel finale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione