Cerca

la vendita della società

Bari, Noordin ricoverato
Iannarelli: trattativa prosegue

paparesta noordin

davide lattanzi
bari«In molti dovranno rimangiarsi le parole quando chiuderemo la trattativa d’acquisto delle quote societarie».
Parla con estrema convinzione, la legale Grazia Iannarelli, advisor di Datò Ahmad Noordin, l’imprenditore malese che ha firmato un contratto preliminare d’acquisto del 50% delle quote azionarie del Bari. L’avvocato di Roma spiega a radio Selene con trasporto e dovizia di particolari lo stato della trattative e le motivazioni che hanno impedito l’arrivo di Noordin in occasione del match con il Cagliari. Non parla, invece, Gianluca Paparesta. Il presidente biancorosso maschera con un sorriso la delusione per la netta sconfitta subita dai sardi, ma preferisce non rilasciare dichiarazioni.
«Datò Noordin è stato trattenuto a Kuala Lumpur a causa di un malore - afferma Grazia Iannarelli -. La situazione è sotto controllo, ma è stato opportuno un ricovero in cardio chirurgia. Mi auguro che possa quanto prima rientrare in Italia: sicuramente non sarà a Brescia. Vedremo se riusciremo a venire per Bari-Trapani. Ma la trattativa d’acquisto non è in discussione. Stiamo progredendo secondo i passi calendarizzati. Leggo moltissime inesattezze, a proposito di impegni o bonifici che non arrivano. Nessuno è a conoscenza degli accordi in corso e delle modalità di chiusura della negoziazione. Chi ha detto, ad esempio, che il nostro istituto di credito di riferimento sia necessariamente la Banca Popolare di Bari? Io posso assicurare soltanto che il passaggio dal contratto preliminare al definitivo sarà perfezionato entro le date previste: ovvero, metà o al massimo fine maggio».
Non mancano alcune punzecchiature. «Stiamo lavorando per garantire al Bari un futuro sempre più solido ed ambizioso - afferma l’avvocato Iannarelli -. Il presidente Gianluca Paparesta sta portando avanti un’opera encomiabile e Noordin si è innamorato di questa piazza al punto che farà il massimo pur di rispettare gli impegni presi in conferenza stampa. E vi assicuro che è una persona che ha una sola parola. Piuttosto, qualcun altro dovrebbe fare un esame di coscienza. Perchè ho l’impressione che non tutti vogliano bene al Bari».
C’è chi ipotizza che il riferimento sia al socio di minoranza Cosmo Antonio Giancaspro. «Quando tutto sarà chiarito, il progetto non lascerà dubbi. Chiedo soltanto un pò di fiducia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400