Cerca

Matarrese: «Risolveremo i problemi della B»

Il presidente della Lega: «È una questione di rapporti con la serie A e lo risolveremo». Tra gli argomenti, la mutualità e le iscrizioni alla prossima stagione. «I cadetti pagano il momento di euforia avuto con la presenza della Juve». Diritti tv: indagine dell'Antitrust
Matarrese: «Risolveremo i problemi della B»
ROMA - «Quello della serie B è un problema della Lega di Milano, è un problema di rapporti con la serie A e lo risolveremo al nostro interno». Così il presidente della Lega calcio Antonio Matarrese all'uscita dalla riunione in Figc sui nodi irrisolti della serie cadetta, tra i quali la mutualità e le iscrizioni alla prossima stagione.
«La serie B - ha aggiunto Matarrese - paga il momento di euforia avuto con calciopoli e con la presenza della Juve. Il calcio italiano in crisi? Il calcio italiano - ha assicurato Matarrese - è sempre in pericolo. Va rivista la sua filosofia».
Il presidente della Lega ha poi risposto a una domanda sul possibile arrivo di investitori stranieri in Italia, come il magnate americano Soros, che sembra interessato all'acquisto della Roma: «Andiamo incontro alla globalizzazione, perchè no? Se sono investitori seri, perchè no?» ha ribadito. «Siamo forti e maturi per ogni nuova realtà. Stiamo andando incontro a una rivoluzione».
Interrogato poi sul caso della non espulsione di Francesco Totti per gli insulti all'arbitro Rizzoli durante Udinese-Roma, Matarrese ha aggiunto: «Non è stato un passaggio simpatico per nessuno. Questo è un sistema che va rispettato, se ci sono delle regole bisogna rispettarle. Gussoni ha fatto il suo dovere ma qualcuno ha sbagliato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400