Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 05:16

Calcio / Serie B - Il Bari regge il confronto

I biancorossi tengono testa a una delle pretendenti al salto di categoria. Il Brescia non sfonda (0-0), i biancorossi fanno un figurone. La distanza dalla zona retrocessione è ormai abissale: Conte e i suoi giocano in scioltezza. Sabato Bari-Spezia
Calcio / Serie B - Il Bari regge il confronto
Antonio ConteBRESCIA-BARI 0-0

BRESCIA (3-4-3): Viviano, Bega, Zoboli, Dallamano, Berardi, Zambrella (32' st De Zerbi), Tacchinardi, Lima, Possanzini, Caracciolo, Taddei (7' st Vass). (12 Arcari, 9 Feczesin, 27 Szetela, 29 Scaglia, 33 Rispoli). All: Cosmi.
BARI (4-4-2): Gillet, Galasso, Belmonte, Masiello, Marchese, Lanzafame (28' st Kamata), Gazzi, Jadid, Bonanni (15' st Rajcic), Santoruvo, Cavalli (35' st Ganci). (23 Spadavecchia, 3 Esposito, 10 Carozza, 33 Desideri). All: Conte.
Arbitro: Pierpaoli di Firenze
Ammoniti: Dallamano, Tacchinardi, Kamata per gioco falloso, De Zerbi per proteste
Angoli: 4-3 per il Brescia
Recupero: 0' e 4'
Note: spettatori 3.000 circa.

BRESCIA - La classica partita da 0-0. Brescia-Bari non è stato nulla di più e nessuna delle due squadre ha di che recriminare sul risultato finale, che smorza probabilmente in maniera definitiva le speranze di promozione diretta del Brescia.
Senza Mareco, Zambelli, Stankevicius e Bazzani, Cosmi deve schierare una squadra in cui Caracciolo, Zoboli e Tacchinardi sono recuperati per forza per un 3-4-3 di partenza. Nessun problema su sponda barese per il tecnico Conte che propone un 4-4-2 nel quale spicca un Cavalli in ottima forma.
È il Brescia a farsi per primo pericoloso (al 10') con una girata di Possanzini che va di poco alta. Sei minuti dopo un gran sinistro di Lima termina sull'esterno della rete. E' bravissimo Gillet al 25' quando alza sulla traversa un tiro dalla distanza di Taddei. Ma il Bari, nettamente migliore sotto il profilo della condizione e della brillantezza, non sta a guardare e al 34' sfiora il vantaggio con Lanzafame: Viviano para sulla linea al termine di una bella combinazione del gioiellino del Bari con Cavalli a fare da sponda.
A inizio ripresa Cosmi toglie Taddei ed inserisce Vass ridisegnando il Brescia con il 3-5-2. Il primo vero pericolo del secondo tempo (20') lo corre la squadra di casa quando il neo-entrato Rajcic fa slalom tra tre avversari ed arriva al limite dell'area: a tu per tu con Viviano, calcia però un sinistro debolissimo facile preda del portiere del Brescia.
La squadra di Cosmi continua a mantenere il dominio sul territorio, ma che non riesce a creare un granchè: Gillet è di fatto inoperoso. Non accade praticamente più nulla fino al 35' quando una rasoiata di De Zerbi da limite va a fil di palo. Un minuto dopo, sempre De Zerbi costringe Gillet ad una parata con i pugni. Un attimo dopo, è clamoroso il pallone che di testa Santoruvo, sotto misura, manda appena alto. Finisce così, con il Bari che certamente non ha rubato nulla al Brescia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione