Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:09

Calcio / Serie B - Il Lecce rallenta

Sotto di un gol a Grosseto (Danilevicius in apertura), riesce a recuperare (autorete di Innocenti), ma non a ribaltare il risultato. In vetta, il Chievo corre (69 punti), poi il Bologna (67): salentini a quattro lunghezze dalla A diretta. Prossimo turno: Lecce-Cesena
Calcio / Serie B - Il Lecce rallenta
Grosseto-LecceGROSSETO-LECCE 1-1 (1-1 già nel primo tempo)

Grosseto (3-4-3): Bressan (14' st Pinzan), Terra, Mignani, Abruzzese, Innocenti, Gessa, Valeri, Garofalo, Lazzari, Danilevicius (17' st Paulinho), Graffiedi (34' st Zecchin). (3 Barbagli, 55 Freddi, 18 Virga, 11 Pichlman). All.: Pioli.
Lecce (3-5-2): Benussi, Polenghi (37' pt Fabiano), Diamoutene, Cottafava (22' pt Corvia), Angelo, Giuliatto, Zanchetta (1' st Ardito), Vives, Ariatti, Valdes, Tiribocchi. (26 Gabrieli, 23 Schiavi, 2 Boudianski, 8 Munari). All.: Papadopulo.
Arbitro: Ciampi di Roma.
Reti: nel pt 4' Danilevicius, 24' Innocenti (autorete).
Angoli: 8-7 per il Grosseto.
Recupero: 3' e 2'.
Espulsi: 38' st Fabiano per doppia ammonizione.
Ammoniti: Angelo, Mignani, Garofalo, Giuliatto per gioco falloso.
Spettatori: 4.000 circa.

GROSSETO - Forse è stato il miglior Grosseto della stagione, quello visto oggi in campo contro il Lecce, squadra che ha mostrato di avere un ottimo potenziale, ma in evidente difficoltà contro l'undici toscano, che ha molto da recriminare sull'1-1 con il quale si è chiusa la partita. Nessuna sorpresa nella formazione iniziale, schierata da mister Stefano Pioli che arretra leggermente Lazzari per lasciare in avanti Graffiedi e Danilevicius, mentre il collega Giuseppe Papadopulo è costretto a tenere in panchina Ardito e a mandare in campo un Cottafava in non perfette condizioni (infatti, il giocatore sarà sostituito dopo una ventina di minuti dall'ex romanista Corvia).
La pressione dei locali è immediata e al 4' il Grosseto passa in vantaggio con Danilevicius che, approffittando una distrazione difensiva su un traversone in area, anticipa il portiere e appoggia in gol da pochi passi. Lecce in balia dei padroni di casa che vanno alla conclusione con Gessa (il migliore in campo), Lazzari e poi con una gran giocata di Garofalo, che controlla un pallone appena dentro l'area e fa partire un tiro in mezza rovesciata, mandando il pallone a stamparsi sulla traversa.
Al 20' è Danilevicius a sprecare una clamorosa occasione: smarcato in verticale da Valeri, il lituano si presenta solo davanti al portiere Benussi, ma la sua conclusione finisce a lato. Papadopulo corre ai ripari, richiama in panchina Cottafava e manda in campo Corvia, il Lecce ha un sussulto con un'azione veloce sulla fascia destra, quindi Tiribocchi crossa al centro e Innocenti colpisce involontariamente di testa spedendo alle spalle del proprio portiere: 1-1. Esce anche Polenghi (infortunio alla spalla), ma è sempre il Grosseto a fare la partita e a sfiorare il raddoppio con Terra e Gessa che trovano due splendide risposte di Benussi.
Stessa trama nel secondo tempo, con i biancorossi costantemente in pressing e il Lecce bravo a chiudere gli spazi, anche ricorrendo a falli tattici. Ne fa le spese Fabiano che al 38' del secondo tempo viene espulso per doppia ammonizione dopo due interventi scorretti. La partita non regala ulteriori emozioni e alla fine il pareggio sta stretto ai toscani che avrebbero meritato di mettere le mani sui tre punti. Il Lecce ringrazia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione