Cerca

Calcio / Squalifiche - Lecce senza difesa

I tre della retroguardia Fabiano, Polenghi e Schiavi fermati per un turno dal giudice sportivo. La gara di Brescia costa anche ai lombardi: tre turni a Stankevicius e uno a Bega e Tacchinardi. Stop anche per Foti (Messina): salterà il Bari (che ha Marchese in diffida)
Calcio / Squalifiche - Lecce senza difesa
ROMA - Tre giornate di squalifica a Marius Stankevicius, centrocampista del Brescia, colpevole di avere colpito con una «gomitata intenzionale» Andrea Ardito nel corso del match pareggiato ieri per 0-0 in casa contro il Lecce nella trentunesima giornata del campionato di Serie B. Il giudice sportivo della Lega calcio ha utilizzato la prova televisiva per sanzionare Stankevicius, il cui gesto era sfuggito alla quaterna arbitrale.
Oltre a Stankevicius (Brescia), il giudice sportivo, decidendo sul turno infrasettimanale di serie B, ha squalificato Fiore (Mantova) per due giornate e altri 21 giocatori per un turno. Si tratta di Gervasoni, Poloni e Perico (Albinoleffe), quest'ultimo con ammenda di 750 euro, Ingrosso, Sciaccaluga e Anzalone (Ravenna), quest'ultimo con ammenda di 250 euro, Bega e Tacchinardi (Brescia), Fabiano, Polenghi e Schiavi (Lecce), Bianchi (Spezia), Tabbiani e Minelli (Triestina), Botta (Cesena), Cesar (Chievo), Ciotola (Pisa), Foti (Messina), Gatti (Modena), Moras (Bologna), Passiglia (Vicenza).
Altre principali sanzioni: ammonizione con diffida a Corona e Notari (Mantova), Gissi (Treviso), Ariatti e Ardito (Lecce), Marchese (Bari), Marcolini (Chievo), Carbone e Pellicori (Avellino), Belingheri (Ascoli), Bravo (Rimini), Gemiti (Piacenza), Lorenzi (Pisa), Bazzani (Brescia), Scrigna (Triestina) e Croce (Cesena).
Fra le società, il Pisa ha avuto un'ammenda di quattromila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400