Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 09:37

Calcio / Serie B - Il Bari ha Lanzafame

I biancorossi vanno in svantaggio a causa di un'autorete di Esposito, ma il recupero è quasi immediato: già nel primo tempo ribaltano il giovane di scuola juventina e proprio il difensore. Nella ripresa sempre Lanzafame fissa il punteggio sul 3-1. Martedì Bari-Cesena
Calcio / Serie B - Il Bari ha Lanzafame
Il Bari con la maglia del CentenarioBARI-FROSINONE 3-1 (2-1 nel primo tempo)

Bari (4-4-2): Gillet, Galasso, Esposito (15' st Stellini), Masiello, Marchese, Lanzafame, Gazzi, Donda, Bonanni (23' st Rajcic), Cavalli, Santoruvo (27' st Kamata). (Spadavecchia, Belmonte, Desideri, Ganci). All.Conte.
Frosinone (4-4-2): Sicignano, Perra, Cannarsa, Bocchetti, Ischia, Lodi, Pecchia (15' st Biso), Amerini, Cariello (26' st Lucenti), Evacuo, Eder. (Chiodini, Scarlato, Pagani, D'Antoni, Margiotta). All.Cavasin.
Arbitro: Marelli di Como.
Reti: nel pt 27' Lodi, 34' Lanzafame, 42' Esposito; nel st 28' Lanzafame.
Angoli: 9-0 per il Bari.
Recupero: 1' e 3'.
Ammoniti: Lanzafame per gioco non regolamentare.
Espulsi: al 9' st il tecnico Conte per proteste.
Spettatori: 4.860.

BARI - I pugliesi festeggiano con una convincente vittoria la prima gara giocata con la maglia del centenario superando il Frosinone al San Nicola. L'undici di Conte, grazie alla miglior partita del regista Donda e alla freddezza sotto rete di Lanzafame, conquista un successo prezioso in chiave salvezza, mentre i ciociari, una volta passati in vantaggio, si disuniscono e soffrono la supremazia territoriale degli avversari.
Tra due formazioni schierate in campo con moduli speculari, la differenza l'ha fatta la classe di Donda accompagnata da una prestazione notevole in interdizione di Gazzi, mentre sul fronte avversario Lodi è stato incisivo soprattutto nella prima mezz'ora, salvo poi ritornare nell'anonimato.

In avvio, a parte una conclusione di Lanzafame, è stato il Frosinone a proporsi con maggiore insistenza in avanti con il apido Elder: alla mezz'ora una bordata di Lodi dal limite, deviata da Esposito, ha spiazzato Gillet, portando in vantaggio i ciociari. La reazione del Bari è stata irruenta e una combinazione Cavalli-Lanzafame con stop in area e deviazione vincente dell'ex juventino ha pareggiato i conti.
Il ritmo di gara è diventato con il passare dei minuti più intenso e i repentini cambi di fronte hanno offerto un piacevole spettacolo ai cinquemila sugli spalti. Nel finale Cariello ha sprecato da buona posizione, mentre in mischia Esposito è stato il più veloce nel deviare di testa in rete la palla del vantaggio barese.

Ad inizio ripresa il Frosinone si è rifatto pericoloso con Elder e Pecchia, poi Conte si è fatto espellere per proteste (ha scalciato un pallone dopo un fallo non fischiato su Lanzafame). Gillet e compagni hanno subito la pressione avversaria (Amerini ha sfiorato il pari con una bordata da venti metri) fino all'ingresso del tornante Kamata per Santoruvo: il franco-angolano ha guadagnato con una azione insistita una punizione (calciata magistralmente da Donda) che ha portato il Bari sul tre a uno con una deviazione da rapace di Lanzafame.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione