Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 03:36

Sci - Moelgg vince la Coppa di slalom speciale

Meglio non poteva chiudersi per gli azzurri e per i fratelli Manfred e Manuela Moelgg la stagione della coppa del mondo di sci alpino: Manni ha vinto il trofeo con una gara all'attacco ma intelligente (ha concluso sesto); sua sorella è salita sul podio, seconda in gigante
Sci - Moelgg vince la Coppa di slalom speciale
BORMIO (SONDRIO) - Meglio di così non poteva chiudersi per i colori azzurri e per i fratelli Manfred e Manuela Moelgg la stagione 2007-2008 della coppa del mondo di sci alpino sulle nevi italiane di Bormio: Manni ha vinto la coppa di slalom speciale con una gara all'attacco ma intelligente; sua sorella Manuela è salita sul podio, seconda in gigante, con una prova tutta agonismo ed entusiasmo. Classe 1982 lui e 1983 lei, biondi e slanciati, belli e allegri, i fratelli Moelgg di san Vigilio di Marebbe, terra ladina delle Dolomiti, hanno lasciato il loro segno sulla coppa del mondo nella giornata conclusiva. E tutto è accaduto nel giorno in cui Denise Karbon, altra campionessa made in Suedtirol, non è salita per la prima volta sul podio. Mano sinistra ingessata ma forse un pò agonisticamente scarica, come Denise stessa ha spiegato, dopo aver già vinto la coppa di gigante e soprattutto «dopo che ormai l'ultima gara era lontana due mesi», sino a quel magico 26 gennaio di Ofterschwang. Denise ha chiuso così il gigante di Bormio - vinto dalla austriaca Elisabeth Goergl con terza la sua connazionale Kathrin Zettel - in ottava posizione: campionessa perfetta di una stagione di gloria segnata da cinque vittorie ed un terzo posto. La scena oggi è così stata - in un tripudio generale di festeggiamenti - per i fratelli Moelgg. Manfred, vicecampione del mondo in carica di speciale, ha vinto la coppa, ha ottenuto la sua prima vittoria in gara ed ha infilato altri sette podi. La bella Manuela ha invece chiuso l'annata con il terzo podio stagionale: 3/a nel gigante di Panorama, 2/a in quello di Maribor alle spalle di Denise Karbon e 2/a oggi nella giornata di trionfo dei fratello Moelgg. «Per mè stato molto più impegnativo seguire in tv la seconda manche di Manni in speciale che scendere in gigante. Per me - ha detto Manuela, vittima nei giorni scorsi di una visibile influenza virale - è stata una annata eccellente. Festeggiare con mio fratello nello stesso giorno è meraviglioso. Mi dispiace un pò per quei 7 centesimi di secondo che mi separano oggi da Elisabeth Goergl. Avrei potuto vincere io. Ma va bene così. Si vede che ancora la mia prima vittoria non è matura. Bisogna insistere e attaccare sempre, come ha fatto mio fratello. Sarà per la prossima stagione». Sì, la prossima stagione sarà quella dei mondiali della val d'Isere, la stagione a cui pensa un soddisfatto presidente Fisi Giovanni Morzenti. È alle prese con i bilanci federali sempre preoccupanti, cerca nuovi sponsor e nuove risorse. I successi azzurri dovrebbero essere il giusto viatico. Nella festa dell'Italia dello sci, di Denise Karbon e dei fratelli Moelgg - mamma Rita e papà Peter in tribuna insieme a tanti fans venuti dall'Alto Adige - oggi c'è spazio però anche per tutti i tecnici azzurri capitanati da Claudio Ravetto e da Much Mair. Hanno preso in mano la squadre uomini e donne nella scorsa primavera e, nonostante la penuria di risorse, ne hanno fatte due macchine vincenti. Domani a Bormio la stagione 2007-2008 si chiude definitivamente con la gara a squadre, con prove di gigante e di slalom, valida però unicamente per la classifica per nazioni. L'Italia deve difendere un eccellente terzo posto alle spalle di Austria e Svizzera.

L'ordine d'arrivo dello slalom maschile di Bormio

1. Reinfried Herbst (Aut) 1'51"31 (53"89/57"42);
2. Daniel Albrecht (Svi) 1'51"63 (54"43/57"20);
3. Marcel Hirscher (Aut) 1'51"65 (54"03/57"62);
4. Mitja Dragsic (Slo) 1'51"77 (54"56/57"21);
5. Benjamin Raich (Aut) 1'51"81 (54"50/57"31);
6. Manfred Moelgg (Ita) 1'51"96 (53"50/58"46);
6. Julien Lizeroux (Fra) 1'51"96 (54"34/57"62);
8. Giorgio Rocca (Ita) 1'52"19 (54"77/57"42);
9. Bernard Vajdic (Slo) 1'52"68 (54"42/58"26);
10. Marc Berthod (Svi) 1'52"76 (54"31/58"45).

La classifica finale della Coppa del mondo maschile di slalom

1. Manfred Moelgg (Ita) 491;
2. Jean Baptiste Grange (Fra) 512;
3. Reinfried Herbst (Aut) 450;
4. Mario Matt (Aut) 427;
5. Ivica Kostelic (Cro) 425;
6. Julien Lizeroux (Fra) 389;
7. Felix Neureuther (Ger) 387;
8. Benjamin Raich (Aut) 358;
9. Ted Ligety (Usa) 274;
10. Jens Byggmark (Sve) 256.

L'ordine d'arrivo dello slalom gigante femminile di Bormio

1. Elisabeth Goergl (Aut) 2'24"96;
2. Manuela Moelgg (Ita) a 0"07;
3. Kathrin Zettel (Ita) a 0"30;
4. Ingrid Jacquemod (Fra) a 0"32;
5. Tanja Poutiainen (Fin) a 0"39;
6. Marlies Schild (Aut) a 0"42;
7. Lindsey Vonn (Usa) a 0"71;
8. Denise Karbon (Ita) a 0"80;
9. Kathrin Hoetzl (Ger) a 0"92;
10. Viktoria Rebensburg (Ger) a 1"15.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione