Cerca

Formula 1 - Sfreccia Hamilton: è pole

Nelle prime qualifiche del mondiale di formula 1 sulla pista di Melbourne, in Australia, bene anche il suo nuovo compagno della McLaren, il finlandese Kovalainen, in seconda fila con il terzo tempo. Tra i due si la Bmw-Sauber di Kubica. Ferrari costrette a rincorrere
Formula 1 - Sfreccia Hamilton: è pole
MELBOURNE (AUSTRALIA) - All'insegna delle «Frecce d'argento» le prime qualifiche stagionali del mondiale di formula 1 sulla pista di Melbourne, in Australia. La prima pole della stagione va a Lewis Hamilton, intenzionato a riprendere un certo discorso interrotto al termine della passata stagione. Bene anche il suo nuovo compagno di squadra, ovvero il finlandese Heikki Kovalainen, in seconda fila con il terzo tempo. Tra i due piloti McLaren si inserisce la Bmw-Sauber di Robert Kubica e anche questa è una conferma rispetto alla stagione scorsa. La Ferrari è quindi costretta a rincorrere: quarto tempo per il brasiliano Felipe Massa, mentre il campione del mondo Kimi Raikkonen deve accontentarsi del sedicesimo tempo per via dei problemi di pressione alla pompa della benzina. Brutto inizio in casa Renault, evidentemente ancora lontana dai top team: Fernando Alonso ottiene una dodicesima posizione tutt'altro che da buttar via, considerato che il suo giovane compagno, il debuttante Nelsinho Piquet chiude con il penultimo tempo e la prematura eliminazione.
Ma andiamo con ordine: la novità regolamentare più importante di questa stagione riguarda il livello di carburante: i piloti, invece di aggiungerlo prima della gara in base al numero di giri completati durante le Q3, cominciano la sessione con la quantità sufficiente ad arrivare sino al primo pit stop della gara di domenica. Le opzioni quindi sono quelle di mirare a un carico leggero, per tentare di qualificarsi in alto nella griglia di partenza essendo però costretti a ad un pit stop prematuro, oppure scegliere un carico più pesante con maggiore autonomia in gara. Lewis Hamilton rifila circa un decimo e mezzo alla BMW di Kubica, nonostante il rischio (quasi uscita) nel corso del suo giro veloce. In seconda fila l'altra McLaren di Heikki Kovalainen e appunto Felipe Massa che ha faticato a mantenere la corretta temperatura delle sue gomme Bridgestone quando si è trovato nel traffico al suo ultimo giro veloce. In terza fila la seconda BMW Sauber con Nick Heidfeld in quinta posizione e la Toyota di Jarno Trulli; ottimo l'inizio del pilota abruzzese che adesso proverà a confermarsi in gara. Raikkonen ha segnato il sesto miglior tempo in Q1, poi si è arrestato al rientro ai box a causa di un problema di pressione della pompa del carburante.
Quando i commissari di pista hanno dovuto spingere la sua vettura, che si era fermata, al finlandese è stato tecnicamente proibito di continuare la qualifica; ma questo non ha avuto alcun effetto sull'esito finale, in quanto, anche se fosse tornato ai box senza il loro aiuto, il problema non sarebbe stato comunque risolto in tempo per continuare la qualifica. In pista i piloti sono stati accolti da una temperatura di 38C. Bourdais è il primo nelle Q1 a scendere in pista seguito da Sato e Glock. Nei primi dieci minuti restano ai box soltanto le Ferrari e le BMW. Detto di raikkonen, gli altri eliminati sono Davidson, Sato, Piquet, Sutil, Bourdais e Fisichella. La seconda parte di qualifiche è caratterizzata dall'scita di pista di Mark Webber, per fortuna senza nessun problema. In ogni caso bandiera rossa esposta e prove interrotte per quattro minuti. La maggior parte dei piloti hanno utilizzato gomme tenere per la Q2 ed alla fine del quarto d'ora sono stati eliminati Raikkonen, Webber, Nakajima, Alonso e Barrichello.

La griglia di partenza del Gp d'Australia, al via domani sul circuito di Melbourne

1. Lewis Hamilton (Gbr), McLaren-Mercedes;
2. Robert Kubica (Pol), BMW-Sauber;
3. Heikki Kovalainen (Fin), McLaren-Mercedes;
4. Felipe Massa (Bra), Ferrari;
5. Nick Heidfeld (Ger), BMW-Sauber;
6. Jarno Trulli (Ita), Toyota;
7. Nico Rosberg (Ger), Williams;
8. David Coulthard (Gbr), Red Bull;
9. Sebastian Vettel (Ger), Toro Rosso;
10. Rubens Barrichello (Bra), Toyota;
11. Fernando Alonso (Spa), Renault;
12. Jenson Button (Gbr), Honda;
13. Kazuki Nakajima (Jap), Williams;
14. Mark Webber (Aus), Red Bull Racing;
15. Kimi Raikkonen (Fin), Ferrari;
16. Giancarlo Fisichella (Ita), Force India;
17. Sebastien Bourdais (Fra), Toro Rosso;
18. Adrian Sutil (Ger), Force India;
19. *Timo Glock (Ger), Toyota;
20. Takuma Sato (Jap), Super Aguri;
21. Nelson Piquet Jr (Bra), Renault;
22. Anthony Davidson (Gbr), Super Aguri.
*retrocesso di 10 posizioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400