Cerca

Calcio / Squalifiche - Un turno a Donda

In serie B, oltre al barese, stop per Balestri e Doga del Mantova e per Iorio (Piacenza). In C1, 4 turni Lo Monaco (Gallipoli), uno a Monticciolo e Vastola (Gallipoli), Burrai e Romito (Manfredonia). In C2, una gara a Catania e Librizzi (Andria) e Lucioni e Vittorio (Monopoli)
Calcio / Squalifiche - Un turno a Donda
MILANO - Dodici giocatori di serie B sono stati squalificati dal giudice sportivo in relazione alle gare di sabato scorso. Due giornate sono state inflitte ad Allegretti (Triestina), una ciascuno a Barillà, Toledo e Pecorari (Ravenna), Balestri e Doga (Mantova), Bernacci (Ascoli), Carrus (Bologna), Donda (Bari), Iorio (Piacenza), Peluso (Albinoleffe) e Zoboli (Brescia).
Altre principali sanzioni nei confronti di calciatori: ammonizione con diffida e ammenda di 750 euro a Matteini (Vicenza); ammonizione con diffida e ammenda di 250 euro a Guidetti (Spezia); ammonizione con diffida a Santoruvo (Bari), Perrulli (Vicenza), Sestu (Avellino), Sciaccaluga (Ravenna), Piangerelli e Pesaresi (Triestina), Bonetto (Bologna), Cordova (Messina), Cristiano e Lunardini (Rimini), Gori (Albinoleffe), Mareco e Tacchinardi (Brescia), Scarlato (Frosinone), Beghetto e Giunti (Treviso), Bianchi (Piacenza) e Feussi (Pisa).
L'allenatore della Triestina Rolando Maran è stato squalificato per una giornata.
Quanto ai dirigenti, ammonizione con diffida e ammenda di duemila euro a Libero berretta e Gianluca Petrachi (Pisa) e inibizione a tutto il 3 marzo con ammenda di quattromila euro a Vignoni (Vicenza).
Fra le società, cinquemila euro di ammenda al Pisa per uno striscione «di tenore oltraggioso per le istituzioni» e di tremila euro all'Avellino per lancio di fumogeni da parte dei tifosi.

Il giudice sportivo Pasquale Marino ha squalificato 23 giocatori in C1 e 40 in C2.
In C1 sono stati squalificati per quattro turni Lo Monaco (Gallipoli) per «comportamento offensivo verso l'arbitro, applausi ironici verso il pubblico locale a cui indirizzava uno sputo» e, per una gara, Monticciolo e Vastola (Gallipoli), Artistico (Massese), Delgrosso (Ternana), Magliocco (Juve Stabia), Burrai (Manfredonia), Teani (Monza), Corti, Savoldi e Narducci (Lecco), Legati (Legnano), Romito (Manfredonia), Piccioni W. (Salernitana), Piccioni M.(Sassuolo), Martinetti (Arezzo), Romito (Pescara), Gambadori (Pistoiese), Francioso (P.Patria Gallaratese), Fracassetti (Pro Sesto), Santoni e Visi (Sambenedettese), Vannini (Sangiovannese).
Ammonizione con diffida per Artistico e Diagouraga (Massese), Nocentini (Lucchese), Cardinale (Pescara), Preite (Pro Sesto), Moi (Sambenedettese), Guarna (Ancona), De Gasperi (Cittadella), Alberti e Vicedomini (Lanciano), Rossi (Monza), Muwara (Paganese), Pomante (Pescara), Gonzalez (Potenza), Trezzi (P.Patria Gallaratese), Di Deo (Salernitana), Sibilli (Sorrento), Veronese (Venezia). Fra i dirigenti inibizione fino al 18 marzo 2008 per Foresti (Monza). Tra gli allenatori squalifica per due gare per Trippa (tecnico in seconda Manfredonia) e per un turno Braglia (Lucchese).
Ammende a società: Salernitana 1000 euro, Foggia e Pescara 500, Lecco e P.Patria Gallaratese 200. Per quanto riguarda la gara del 10 febbraio Lecco-Novara è stato deciso di respingere il reclamo presentato dal club lombardo confermando il risultato del campo (2-3), mentre riguardo Padova-Paganese, alla luce del fatto che «la stragrande maggioranza dei sostenitori del Padova si è chiaramente dissociata durante la gara dal comportamento discriminatorio di un piccolo gruppo di tifosi locali verso un calciatore avversario di colore» il giudice sportivo ha deciso di non prendere provvedimenti sanzionatori.

Per quanto riguarda la C2 sono stati squalificati per tre turni Omolade (Gela), due gare Ferrigno (Catanzaro) e Daiello (Gela) e per una giornata, Catania e Librizzi (Andria), Grando (Cassino), Berti (Gela), Priolo (Teramo), Pazzi (Val di Sangro), Bacchi (Celano), Daiello e Omolade (Gela), Tatomir (Giulianova), Di Toro (Igea V.Barcellona), Lucioni e Vittorio (Monopoli). Fra i dirigenti inibizione fino all'11 marzo 2008 per Gallo (Catanzaro) e per Travaglini (Val di Sangro). Fra gli allenatori squalifica per due turni per Vullo (Real Marcianise). Ammende a società: Andria 3500 euro e Catanzaro 1500.

Due giornate ciascuno di squalifica con ammenda di 5.000 euro sono state inflitte dal giudice sportivo a Piccolo (Empoli) e Zalayeta (Napoli) per il reciproco scambio di insulti e schiaffi al rientro negli spogliatoi per l'intervallo, episodio che è costato loro l'espulsione.
Altri 12 giocatori di serie A sono stati squalificati dal giudice sportivo, tutti per una giornata: Domizzi (Napoli), Danilo (Genoa), Mancini (Roma), Capelli (Atalanta), Conti (Cagliari), Dessena (Parma), Kharja (Siena), Motta (Torino), Nocerino (Juventus), Pepe (Udinese), Silvestri (Catania) e Volpi (Sampdoria).
Questi gli altri principali provvedimenti nei confronti di giocatori: ammonizione con diffida e ammenda di 500 euro a Baiocco (Catania); ammonizione con diffida a Mexes (Roma), Chiellini (Juventus), De Ascentis (Atalanta), Konko e Juric (Genoa), Lukovic (Udinese), Sala (Sampdoria), Mutu e Pazzini (Fiorentina).
Per quanto riguarda gli allenatori, Guidolin (Palermo) ha avuto l'ammonizione con diffida così come Paradisi (Cagliari).
Fra le società, ottomila euro di ammenda alla Sampdoria per l'esposizione prima del derby di striscioni di contenuto minaccioso o insultante. Per petardi o fumogeni fatti scoppiare dai tifosi, cinquemila euro di ammenda al Genoa e tremila all'Inter.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400