Cerca

Calcio / Serie A - Cassano illumina il derby di Genova

Il talento barese è immarcabile e lancia ripetutamente in rete i compagni della Sampdoria. L'ultima è la volta buona. Antonio va via a tre difensori con una serie di magie e porge a Maggio che non sbaglia. Le altre: vince la Fiorentina, il Napoli cade in casa
Calcio / Serie A - Cassano illumina il derby di Genova
ROMA - Nella domenica senza le grandi, a illuminare la Serie A ci pensa Antonio Cassano, dopo i lampi di Del Piero ieri sera. E sono in tutti e due i casi lampi d'azzurro. «Ora la patata bollente passa nelle mani di Donadoni», dice da Genova Fantantonio, protagonista di una partita piena di gran giocate che lo rilancia per la corsa a un posto agli Europei, in un testa a testa con Del Piero.
Ieri il numero 10 Juve aveva timbrato la vittoria sulla Roma e lo scudetto Inter, con una prodezza degli anni d'oro: gran punizione e gol. Oggi la risposta del talento di Bari Vecchia: con i suoi assist domina il derby della Lanterna, prima di dominare anche le polemiche del dopo partita, bruciando sul finire del match la difesa del Genoa con uno slalom irresistibile che mette sul piede di Maggio il gol decisivo della stracittadina ligure. Nella giornata, a stupire sono soprattutto l'Empoli corsaro a Napoli e l'Udinese che lascia la Reggina con le ossa rotte ad un passo dalla B. Due rigori decidono la partita dell'Olimpico a favore della Lazio. Tre punti sofferti per i viola.
Antonio Cassano è il vero protagonista di questa domenica senza big: dopo una serie infinita di assist sprecata dagli avanti della Sampdoria sul finire arriva quello decisivo. Maggio dopo aver fallito varie occasioni questa volta non sbaglia e dà alla Sampdoria una vittoria meritata contro un Genoa che reclama per l'espulsione di Danilo. Più sommessamente, il barese reclama un pò di considerazione per un ritorno in azzurro, a tre mesi dall'Europeo: «L'unico problema è la mia testa, ma sto migliorando anche in quello».
Non è Capodanno ma al San Paolo il botto del Napoli di Eddy è di quelli che lasciano il segno: i partenopei perdono 3-1 con l'Empoli ridimensionando le loro ambizioni di classifica e gettano una volta di più nella tempesta la panchina. Ne è la prova la lunga 'chiacchieratà negli spogliatoi del dopo match con il presidente De Laurentiis, che esce dicendo: «Reja non è mai stato in discussione».
L'Udinese di Di Natale dà spettacolo a Reggio Calabria vincendo facilmente 3-1: una doppietta dell'azzurro mette in serio pericolo le speranze della Reggina di restare nella massima Serie. Soffre molto ma alla fine vince la Fiorentina che solo grazie al suo salvatore della patria, il fantasista Mutu, riesce ad avere la meglio 2-1 di un ottimo Catania che comincia a farsi rispettare anche in trasferta. Conquista i tre punti con lo stesso risultato dei viola il Palermo in casa che dopo la sfuriata del presidente Zamparini riesce a superare un Cagliari in ottima forma. In zona 'caldà la Lazio si stacca dal gruppo delle pericolanti grazie alla netta vittoria all'Olimpico contro l'Atalanta che vede assegnarsi due rigori contro: a recriminare soprattutto per l'operato dell'arbitro è il n.10 bergamasco Cristiano Doni. Finisce con un pari senza reti tra tra Siena e Torino che si accontentano di un punto prezioso in chiave salvezza.

I risultati finali 23ª giornata

Fiorentina-Catania 2-1 (40' Kuzmanovic/F; 60' Vargas/C; 71' Mutu/F);
Genoa-Sampdoria 0-1 (87' Maggio/S);
Lazio-Atalanta 3-0 (26' rig. e 88' rig. Rocchi/L; 56' Pandev/L);
Napoli-Empoli 1-3 (21' e 65' Pozzi/E; 37' Mannini/N; 81' Budel/E);
Palermo-Cagliari 2-1 (23' Cavani/P; 45' Jankovic/P; 52' aut. Cavani/C);
Reggina-Udinese 1-3 (8' Pepe/U; 64' e 94' Di Natale/U; 86' Modesto/R);
Siena-Torino 0-0.
Ieri:
Inter-Livorno 2-0 (14' e 18' Suazo/I);
Parma-Milan 0-0;
Juventus-Roma 1-0 (45' Del Piero/J).

La classifica

Inter 59 23 18 5 0 48 13
Roma 48 23 14 6 3 40 23
Juventus 47 23 13 8 2 43 19
Fiorentina 41 23 11 8 4 36 22
Milan 38 23 10 8 5 34 17
Udinese 36 23 10 6 7 28 28
Sampdoria 34 23 10 4 9 30 26
Palermo 31 23 8 7 8 31 38
Atalanta 30 23 7 9 7 34 35
Genoa 29 23 7 8 8 23 30
Napoli 27 23 7 6 10 34 37
Lazio 26 23 6 8 9 27 31
Torino 25 23 4 13 6 23 26
Catania 23 23 5 8 10 20 28
Livorno 23 23 5 8 10 25 36
Empoli 22 23 5 7 11 19 30
Siena 21 23 4 9 10 25 32
Parma 21 23 4 9 10 25 33
Reggina 18 23 3 9 11 19 37
Cagliari 15 23 3 6 14 18 41

I marcatori

15 RETI: Trezeguet (1 rig) (Juventus)
14 RETI: Mutu (5 rig) (Fiorentina); Ibrahimovic (7 rig) (Inter).
12 RETI: Borriello (2 rig) (Genoa).
10 RETI: Cruz (1 rig) (Inter); Del Piero (1 rig) (Juventus); Tavano (3 rig) (Livorno); Totti (2 rig) (Roma).
9 RETI: Pandev (Lazio); Amauri (1 rig) (Palermo); Bellucci (1 rig) (Sampdoria); Di Natale (Udinese).
8 RETI: Doni (3 rig) (Atalanta); Rocchi (2 rig) (Lazio); Kakà (4 rig) (Milan).
7 RETI: Pozzi (Empoli); Suazo (Inter); Iaquinta (1 rig) (Juventus); Gilardino (Milan); Zalayeta (Napoli); Quagliarella (Udinese).
6 RETI: Langella (Atalanta); Pazzini (Fiorentina); Hamsik (Napoli); Miccoli (1 rig) (Palermo); Amoruso (Reggina); Mancini (Roma); Maccarone (1 rig) (Siena); Rosina (3 rig) (Torino).
5 RETI: Matri (Cagliari); Martinez (Catania); Cambiasso (Inter); Domizzi (4 rig), Lavezzi, Sosa (Napoli); Corradi (Parma); Vigiani (Reggina); Cassano (Sampdoria).
4 RETI: Foggia (4 rig) (Cagliari); Mascara (Catania); Vieri (1 rig.)(Fiorentina); Pato, Seedorf (Milan); Cavani (Palermo); Pisanu (Parma); Giuly (Roma); Sammarco (Sampdoria); Frick, Loria (Siena).
3 RETI: Ferreira Pinto, Floccari, Zampagna (1 rig) (Atalanta); Spinesi (1 rig), Vargas (Catania); Giovinco, Saudati (1 rig), Vannucchi (1 rig) (Empoli); Santana, Cordoba (Inter); Mauri (Lazio); Pirlo (1 rig) (Milan); Simplicio (Palermo); Gasbarroni (2 rig), Paci (Parma); Cozza (Reggina); De Rossi (1 rig), Perrotta, Taddei (Roma); Maggio, Montella (Sampdoria); Ventola (Torino); Asamoah (Udinese).
2 RETI: Carrozzieri, Muslimovic, Tissone (Atalanta); Acquafresca, Conti, Fini (1 rig) (Cagliari); Kuzmanovic, Montolivo, Osvaldo (Fiorentina); Di Vaio, Figueroa, Leon (Genoa); Crespo, Jimenez (Inter); Camoranesi, Legrottaglie, Nedved, Salihamidzic (Juventus); Firmani, Ledesma (Lazio); Knezevic, Loviso (1 rig), Pulzetti, Rossini (Livorno); Ambrosini, Ronaldo (Milan); Bogliacino, Gargano, Mannini (Napoli); Tedesco (Palermo); Morrone, Reginaldo (Parma); Brienza (1 Palermo) (Reggina); Aquilani, Juan, Panucci, Vucinic (Roma); De Ceglie, Galloppa, Locatelli (Siena); Diana (1 Palermo), Di Michele (Torino); Dossena, Pepe (Udinese).
1 RETE: Bellini, Capelli, Pellegrino, Rivalta (Atalanta); Bianco, Jeda (Cagliari); Baiocco, Morimoto, Sardo, Terlizzi (Catania); Budel, Marzoratti, Raggi (Empoli); Donadel, Gamberini, Semioli (Fiorentina); Danilo, Konko, Masiello, Sculli (Genoa); Adriano, Cesar, Figo, Maicon, Stankovic (Inter); Chiellini, Marchionni, Palladino (Juventus); Kolarov, Mutarelli, Tare Lazio); Bergvold, Bogdani, De Vezze, Galante, Grandoni, Tristan (Livorno); Gattuso, Gourcuff; Nesta, Paloschi (Milan); Caserta, Jankovic, Rinaudo, Zaccardo (Palermo); Cigarini, Coly, Lucarelli, Matteini, Morfeo, Rossi (Parma); Barreto, Ceravolo, Joelson, Modesto (Reggina); Brighi, Mexes, Pizarro (Roma); Caracciolo, Delvecchio, Franceschini, Gastaldello, Volpi (Sampdoria); Corvia, Forestieri, Vergassola (Siena); Bottone, Corini, Dellafiore, Grella, Lanna, Malonga, Motta, Recoba, Stellone, Vailatti (Torino); Floro Flores, Inler, Zapata (Udinese).
AUTORETI: Zapata (Udinese pro Napoli); Ferri (Cagliari pro Torino); Rivalta (Atalanta pro Fiorentina), Langella (Atalanta pro Palermo); Giacomazzi (Empoli pro Sampdoria); Cordoba (Inter pro Udinese); Cordoba (Inter pro Siena); De Rosa (Genoa pro Udinese); Cannavaro (Napoli pro Genoa); Amauri (Palermo pro Atalanta); Dessena (Parma pro Sampdoria); Valdez (Reggina pro Livorno); Tonetto (Roma pro Siena); Bovo (Genoa pro Catania); Cavani (Palermo pro Cagliari).

Il prossimo turno del 24 febbraio

Torino-Parma (sabato 23, ore 18)
Reggina-Juventus (sabato 23, ore 20.30)
Atalanta-Siena
Cagliari-Lazio
Empoli-Catania
Livorno-Napoli
Roma-Fiorentina
Sampdoria-Inter
Udinese-Genoa
Milan-Palermo (ore 20.30)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400