Cerca

Pallavolo / A1 uomini - Prisma, gara determinante

Contro Montichiari (domenica, ore 18) un successo di Taranto sarebbe forse decisivo in chiave salvezza, ma potrebbe anche aprire altri orizzonti. Archiviata la polemica a distanza con coach Velasco. In programma anche Perugia-Corigliano
Pallavolo / A1 uomini - Prisma, gara determinante
TARANTO - Già carica di tensione da sé (Montichiari reduce da quattro sconfitte consecutive è ai margini della zona play-off ma deve guardarsi anche alle spalle, Taranto spera di raggiungere quanto prima la quota salvezza per non rischiare di terminare il campionato in sofferenza), la sfida di domani ha avuto un prologo piccante con la polemica a distanza, poi archiviata con il buonsenso delle parti, tra il coach dei lombardi Julio Velasco ed il club rossoblù. Motivo del contendere gli errori arbitrali a favore e contro e gli eventuali condizionamenti ambientali sugli arbitri da parte di palazzetti considerati "caldi" come il Palafiom di Taranto.
In occasione delle gare della sesta di ritorno del campionato di Serie A TIM, prima dell'inizio degli incontri verrà osservato un minuto di silenzio per ricordare il maresciallo Giovanni Pezzulo, che ha perso la vita in uno scontro a fuoco in Afghanistan lo scorso 13 febbraio, e il giovane arbitro e giudice di linea Roberto Garavelli di Piacenza, perito tragicamente sul lavoro martedì scorso.
QUI PRISMA TARANTO - Lo schiacciatore Giuseppe Patriarca, uno dei due ex dell'incontro, l'altro è il libero Latelli, non intende entrare nel merito delle polemiche pre-partita: «E'una gara importante anche se non decisiva per nessuna delle due contendenti. Noi giocatori dobbiamo cercare soltanto di vincere, le parole le lasciamo agli altri anche perché in un confronto dialettico a distanza è facile essere fraintesi. Dico solo che più ci si avvicina alla fine della stagione, più si tende a sottolineare qualche errore arbitrale perché la posta in palio è importante e c'è la tensione di dover raggiungere l'obiettivo finale» - afferma saggiamente il giocatore che in settimana ha saltato tre allenamenti a causa di un piccolo intervento ad una cisti coccigea.
Per il martello ricevitore della Prisma dalle prossime due gare casalinghe occorre conquistare quanti più punti possibili per raggiungere la quota salvezza: «Premesso che ogni campionato ha storia a sé ma che nelle media degli ultimi anni per salvarsi ci vogliono 24-25 punti, credo che noi dobbiamo affrontare le partite una per volta senza stare a fare tanti calcoli. E' chiaro che ora la lotta per la permanenza si è allargata perché oltre a noi, Corigliano e Latina, prima si è aggiunta Perugia ed ora credo che possiamo includere anche Padova che ha giocatori importanti infortunati e che probabilmente nell'immediato farà fatica a ritrovare la verve della prima metà di stagione».
Infine un ricordo della sua esperienza a Montichiari e la risposta al quesito su come mai questo club di grande tradizione pallavolistica sinora abbia vinto poco o nulla: «La mia parentesi lombarda mi riporta a ricordi piacevoli. Era una squadra giovane con giocatori come me, Saraceni, i giovanissimi Savani e Perazzolo ed un grande campione come il palleggiatore brasiliano Mauricio. Per quanto riguarda il motivo per cui Montichiari sinora non ha vinto quasi nulla lo troverei nel fatto che si tratta di una realtà di provincia, che ha sempre avuto una corretta gestione delle risorse economiche e che si è sempre dovuta scontrare negli anni con realtà che avevano ed hanno a disposizione mezzi differenti come Treviso, Modena, Cuneo e ora Roma e Macerata».
Intanto la società rossoblù ha apprezzato il passo indietro fatto da Julio Velasco, di cui si parlerà di seguito, ed è convinta che il pubblico del Palafiom gli tributerà un grande applauso così come lo stesso accadrà nei confronti di Vanni Miale, sino all'anno scorso apprezzato preparatore atletico della Prisma nella quale ha lavorato per tre stagioni consecutive.
L'AVVERSARIO - Montichiari è decimo in classifica ed è reduce da quattro sconfitte consecutive rimediate però contro squadre di livello come Treviso, Trento, Roma e Piacenza. Battute d'arresto che hanno però generato del malumore in un club allestito in estate per raggiungere i play-off. Il presidente Gabbana ha messo tutti in discussione e pretende vittorie scacciacrisi dai prossimi impegni. Qualche infortunio di troppo (lo schiacciatore bulgaro Ananiev, il centrale Forni e buon ultimo il criticato palleggiatore egiziano Ahmed) hanno privato coach Velasco di alternative importanti ai titolari. In più nell'ultimo turno casalingo con Piacenza si sono registrate le vibranti proteste nei confronti degli arbitri, rei di aver commesso errori madornali e decisivi per l'economia del match. Velasco si è arrabbiato tantissimo ed a caldo ha rilasciato dichiarazioni che hanno innescato una polemica a distanza con Taranto che si è ritrovata, suo malgrado, tirata in ballo. Lo stesso coach ha poi rivisitato il suo punto di vista dichiarando che domenica sera era molto nervoso e che gli dispiaceva di aver tirato in ballo Taranto, dove dice di avere tanti amici, sulla base di informazioni sbagliate.
Per quanto riguarda i dati di squadra Montichiari rispetto a Taranto primeggia in tutti i fondamentali tranne che a muro. Ha in Gavotto e Veres due bocche da fuoco in grado di fare molto male se in giornata, mentre il leader della ricezione è il libero della nazionale azzurra Manià. In regia confermatissimo il piccolo Tiberti (180 cm) che da rincalzo si è ritrovato a furor di squadra titolare.
Nella storia dei precedenti, i lombardi conducono 7-2 sugli jonici , sinora però a Taranto hanno vinto due volte e perso in altrettante occasioni proprio però nei due precedenti più recenti disputati in riva allo Jonio (3-2 la scorsa stagione e 3-1 nella stagione 2004-05). La gara di andata è terminato con un successo al tie-break per l'Acqua Paradiso.
LE PROBABILI FORMAZIONI -
Prisma Taranto: 9 Nuti, 17 Vissotto, 2 Rak, 12 Shumov, 8 Castellano, 7 Patriarca, 1 Latelli (libero), a disp: 3 Nagy, 6 Durante, 10 Vulin 11 Pereu, 15 Ardu. All. Lattari.
Acqua Paradiso Gabeca Montichiari: 5 Tiberti, 15 Gavotto, 1 Sala, 11 Howard, 6 Veres, 2 Popp, 1 Manià (libero), a disp: 4 Bojovic, 9 Moro, 12 Balbi, 14 Quartarone, 17 Zito All. Velasco
GLI ARBITRI - Luca Zecchini di Modena e Maurizio Giani di Piacenza
RADIO, TV ED INTERNET - Nuovo appuntamento con la diretta in streaming sul sito di Lega Volley per seguire minuto per minuto tutte le gare dalla Serie A TIM. A partire dalle ore 17.50 collegamenti flash anche con Taranto curati da Adriano Solazzo.
Per ascoltare "Volley Time Web Radio" sarà sufficiente collegarsi al sito www.legavolley.fm; anche dall'indirizzo www.legavolley.it si potrà accedere al servizio con un pop up che si aprirà in automatico.
Dalle ore 18.30 Pallavolando, la rubrica dedicata al campionato di Serie A1 TIM di Radio Rai 1, seguirà in diretta la partita con collegamenti da Taranto curati dal giornalista con Enzo Del Vecchio.
Il match fra Taranto e Montichiari sarà trasmesso in differita televisiva lunedì sera, alle 20.45, su TelePuglia. Sempre il lunedì, alle 20.15 su Telenorba 7 andrà inoltre in onda "Sotto rete", programma d'informazione sul campionato di volley e sulla Prisma condotto da Claudia Carbonara. Sul Digitale Terrestre di Telenorba, come sempre, sarà possibile assistere alla replica dei match ogni giorno per due volte: a partire dalle 15 e dalle 21.
BIGLIETTI IN PREVENDITA: Ancora in prevendita domattina, dalle 10.00 alle 13.00 al Palafiom i biglietti per il match di domani. E' in corso l'iniziativa "Porta un amico al Grande Volley", attraverso la quale chi acquista un tagliando per un qualsiasi settore ne avrà uno in omaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400