Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:18

Calcio/Serie B - Lecce beffato

La squadra allenata da Papadopulo è stata sconfitta ad Ascoli 2-1 dai padroni di casa che hanno fissato il risultato nel 1° tempo, pur rimanendo per un'ora in 10 in campo • Tutti i risultati della 4ª giornata di ritorno • La classifica • La classifica cannonieri • Il prossimo turno
Calcio/Serie B - Lecce beffato
ASCOLI-LECCE 2-1 (2-1 già dopo la fine del 1° tempo)

• ASCOLI (4-4-2): Paoloni; Aquilanti, Melucci, Micolucci, Giallombardo; Sommese, Belingheri, Di Donato (dal 27' st Luci), Pesce (dal 32' st Nastos); Bernacci, Soncin (dal 40' st Job). (60 Pennesi, 7 Guberti, 9 Maniero, 33 Cioffi). All. Iaconi

• LECCE: (3-5-2): Benussi; Schiavi (dal 26' st Vives), Diamutene, Esposito; Ariatti, Munari, Zanchetta (dal 23' st Boudianski), Ardito, Giuliatto (dal 1' st Corvia); Abbruscato, Valdes. (1 Rosati, 3 Polenghi, 4 Cottafava, Mihoubi). All. Papadopulo

• Arbitro: Velotto di Grosseto

• Reti: nel pt 20' Belingheri, 25' Zanchetta, 39' Soncin

• Angoli: 4-2 per il Lecce

• Recupero: 2' e 5'

• Espulsi: Sommese al 5' pt per proteste, Valdes al 13' st per somma di ammonizioni

• Ammoniti: Giallombardo, Esposito, Munari, Zanchetta, Corvia, Boudianski per gioco scorretto, Di Donato per proteste

• Spettatori: 5.916, per un incasso complessivo di 38.465 euro. Paganti 1.265 (quota 14.426,50 euro) e 4.651 abbonati (quota 24.038 euro) Calcio - Ascoli Lecce
- Battendo per 2-1 il Lecce l'Ascoli scaccia i fantasmi della contestazione che interessava soprattutto il tecnico Iaconi. Benigni alla vigilia gli ha confermato la fiducia, mentre la tifoseria ne chiede la testa e al fischio d'inizio intona il coro «andate a lavorare». Il Lecce ha perso una grande occasione visto che l'Ascoli è stato in inferiorità per un'ora, senza che il giallorossi sapessero approfittarne.
Ascoli schiera il terzo portiere Paoloni, vista la squalifica di Taibi e l'infortunio di Bremec; in panchina il giovane della Primavera Pennesi. Rientra a sinistra Pesce, Di Donato vince il ballottaggio a centrocampo con Luci, Nastos sta in panchina. Nel Lecce che fa risultato da sette partite (5 vittorie, 2 pareggi), l'assenza importante è quella di Tiribocchi, Cottafava gioca in difesa dal primo minuto. Subito pericolo in area bianconera al 6'. Valdes libera al tiro Abbruscato, in uscita respinge il tiro di piede. Ascoli in dieci al 10': per proteste l'arbitro Velotto espelle il bianconero Sommese. Lecce ancora pericoloso al 18'; tiro dalla distanza di Zanchetta, Paoloni respinge corto e Abbruscato manda incredibilmente alto.
Il gol è nell'aria, ma lo segna al 20' l'Ascoli che passa con una punizione di Belingheri (fallo di Schiavi su Soncin) deviata da un uomo in barriera che inganna Benussi. Dopo 345 minuti si ferma l'imbattibilità della porta giallorossa. Un'altra deviazione porta al 25' al pareggio leccese. Punizione di Zanchetta a giro e maldestra deviazione di Melucci. Ed è 1-1. Ammonito Giallombardo che era in diffida e sarà squalificato. L'Ascoli è in inferiorità numerica, ma tiene bene il campo. Iaconi mantiene il centrocampo a 3, il Lecce non sfrutta le fasce e allora l'Ascoli colpisce ancora. Al 39' Esposito stende Bernacci, secondo il guardalinee dentro l'area, è rigore che Soncin trasforma per il 2-1 in favore dell'Ascoli che chiude il primo tempo in vantaggio. Alla ripresa c'è Corvia nel Lecce al posto di Giuliatto. Evidente il tentativo di Papadopulo di approfittare maggiormente dell'uomo in più.
Proteste leccesi all'8' per un caduta in area ascolana di Valdes, ma l'arbitro concede solo un angolo, senza esito. Il cileno simula al 13', secondo giallo, espulsione e squadre di nuovo in parità numerica. Il Lecce cerca il pari manovrando a centrocampo con Zanchetta e cercando in avanti Corvia. È Ariatti pericoloso al 20' con un colpo di testa a fil di palo. Nel Lecce entrano anche Boudianski e Vives. È soprattutto il primo a movimentare il gioco salentino con i giallorossi vicino al pareggio al 39' con un tiro di Abbruscato respinto da Paoloni in uscita disperata. Il portiere bianconero si ripete anche al 47' respingendo una botta di Corvia e l'Ascoli porta così a casa una preziosa vittoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione