Cerca

Calcio/Serie B - Il Bari riprende quota

La squadra allenata da Conte ha conquistato la sua 2ª vittoria consecutiva, battendo allo stadio San Nicola il Piacenza 2-1 • Tutti i risultati della 4ª giornata di ritorno • La classifica • La classifica cannonieri • Il prossimo turno
Calcio/Serie B - Il Bari riprende quota
BARI-PIACENZA 2-1 (1-0 dopo la fine del 1° tempo)

• BARI (4-4-2): Gillet, Galasso, Masiello, Esposito, Marchese, Bonanni (15' st Gazzi), Donda, Rajcic, Lanzafame (15' st Cavalli), Ganci (23' st Kamata), Santoruvo. (23 Spadavecchia, 5 Di Dio, 10 Carozza, 33 Desideri). All. Conte

• PIACENZA (4-3-2-1): Maurantonio, Nef, Olivi, Iorio, Anaclerio, Bianchi (1' st Dedic), Riccio, Patrascu, Aspas (1' st Padalino), Serafini, Tulli. (1 Cassano, 41 Cuciula, 22 Zammuto, 16 Bianco, 90 Simon). All. Somma

• Arbitro: Ciampi di Roma

• Reti: nel pt 30' Bonanni, nel st 14' Tulli, 46' Santoruvo

• Angoli: 9-3 per il Bari

• Recupero: 1' e 3'

• Ammoniti: Marchese, Ganci, Padalino, Anaclerio per gioco falloso, Nef e Olivi per gioco non regolamentare.

• Spettatori: 2500 circa per un incasso di euro 24.827,00 (13.778,00 per quota paganti e 11.049,00 per quota abbonati) Calcio - Bari Piacenza
- Ha la firma di Kamata, soprannominato dai tifosi "Juary biancorosso" per la somiglianza nelle movenze con il brasiliano dell'Inter degli anni 80', la seconda vittoria consecutiva del Bari che "espugna" contro il Piacenza il San Nicola tornando ai tre punti davanti al pubblico di casa dopo cinque mesi (l'ultimo successo risaliva al 25 settembre scorso).
Come a Vicenza tre giorni fa, anche questa volta è stato decisivo l'affondo del franco-angolano che, al 46' della ripresa, ha servito un assist perfetto a Santoruvo per la rete del 2 a 1 finale. I pugliesi sono stati premiati per la costanza e la determinazione con cui hanno cercato la vittoria, attaccando senza risparmiarsi su un campo reso pesante dalla pioggia. E il successo vale anche il sorpasso in classifica sugli emiliani.
Il Piacenza ha interpretato meglio la prima parte dell'incontro: contro un Bari sbilanciato dalla spiccata attitudine offensiva di Bonanni e Lanzafame, gli emiliani hanno trovato sulle fasce praterie per gli affondi di Aspas e Serafini. Le conclusioni di Tulli e dello stesso spagnolo sono state però tutte fuori misura e così il Bari ha potuto alla mezz'ora guadagnare terreno, avanzare il baricentro e costruire il vantaggio con una punizione di Bonanni da venti metri (tiro leggermente deviato). La reazione del Piacenza? Una girata pericolosa di Tulli è stata l'unica iniziativa degna di nota.
Nella ripresa Somma ha cambiato musica e inserito Dedic come seconda punta e Padalino nel ruolo di suggeritore per Aspas e Bianchi. Al quarto d'ora, in mischia, Tulli ha riequilibrato il risultato con una deviazione di testa in mischia (con Gillet incerto in uscita).
I pugliesi hanno accusato il colpo e per una ventina di minuti gli emiliani hanno esercitato una supremazia territoriale, sfiorando il vantaggio con un diagonale di Dedic. Conte non si è accontentato del pari e con gli innesti di Kamata e Cavalli (per Ganci e Lanzafame) ha restituito freschezza e velocità alla manovra offensiva. Al 90' la combinazione Kamata-Santoruvo ha regalato ai duemila tifosi biancorossi (nel settore ospiti ce n'erano quattro del Piacenza) una vittoria che potrebbe segnare la svolta positiva della stagione per la squadra di Conte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400