Cerca

Calcio / Lega - Nessuna novità per la B in tv

Decisioni del Consiglio: il campionato 2008/09 comincerà il 31 agosto; si chiederà ufficialmente alla Fifa di poter sperimentare nella prossima stagione in serie B ausilii tecnologici (sensori nei pali e nel pallone) per gli arbitri nei casi di gol fantasma
Calcio / Lega - Nessuna novità per la B in tv
MILANO - Il campionato 2008/09 comincerà il 31 agosto. Lo ha comunicato il presidente della Lega Calcio, Antonio Matarrese, al termine della riunione del Consiglio di Lega che si è appena conclusa in via Rosellini spiegandone i motivi. «Le olimpiadi si concludono il 23 agosto e noi vogliamo vincerle - ha spiegato Matarrese -. Siamo stati la prima squadra qualificata e io ho già prenotato il viaggio in Cina». Date del campionato a parte, oggi al quarto piano di via Rosellini, si è anche stabilito che la finale del campionato Primavera si giocherà a Chieti e che la Lega Calcio chiederà ufficialmente alla Fifa di poter sperimentare nella prossima stagione nel campionato di serie B il progetto «Gol non gol», ausilio tecnologico (sensori nei pali e nel pallone) per gli arbitri nei casi di gol fantasma.
Nonostante questo Matarrese non vuol sentire critiche agli arbitri: «Bisogna smettere di criticare gli arbitri - ha detto il presidente -. Toccare gli arbitri significa far male al sistema. Invece da presidenti bisogna masticare amaro per evitare che tutto diventi deleterio. Mi stupisco soltanto che alcuni dirigenti che hanno assistito al crollo del sistema si erano illusi che l'arrivo di Collina coincidesse con il "tutti vissero felici e contenti". Invece dobbiamo aspettare perchè ci troviamo ad avere a che fare con il periodo più buio del calcio italiano».
Capitolo diritti televisivi. Nessuna novità in vista per la serie B per la quale continuano le trattative con l'ausilio della Infront. «Penso che riusciremo a portare la B in tv prima della fine del campionato - ha affermato Matarrese -. Anche se l'orientamento in questo momento è di puntare più sulla visibilità che sulle cifre, le società non vogliono firmare contratti pluriennali con cifre non adeguate». In merito ai diritti tv per la serie A Matarrese ha ricordato che con la pubblicazione dei decreti attuativi della Melandri-Gentiloni dal 16 febbraio ci saranno 60 giorni per accordarsi sul biennio transitorio fino al 2010 e nei prossimi quattro mesi si dovranno stabilire i criteri per la vendita centralizzata dei diritti televisivi dal 2010 in poi. In settimana, ha aggiunto «continueranno gli incontri tra il comitato di presidenza e le società che si sono offerte come partner per l'assistenza alla vendita».
Molto sentita in Lega anche la questione legata al caso Webster (giocatore che ha rescisso il contratto con gli Hearts per firmare con il Wigan alla vigilia dell'ultimo anno di contratto secondo i dettami dell'art. 17 della Fifa, ndr). «La sentenza favorevole al giocatore da parte del Tas è una vittoria della Fipro - spiega Matarrese -. Ma questo rischia di far diventare questo un nuovo caso Bosman. Noi abbiamo preso amaramente atto della sentenza e adesso cercheremo di trovare un collegamento con le altre Leghe per cercare di trovare un'intesa che impedisca un'altra mazzata al mondo del calcio».
Meno rilevante la questione della tessera del tifoso della quale, comunque, il presidente di Lega discuterà dopodomani con il presidente del Coni Petrucci insieme con il presidente Abete affinché «l'iniziativa possa partire al più presto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400