Cerca

Calcio / Serie A - Cassano non basta alla Samp

Il talento barese (Donadoni non lo convoca in Nazionale) va in gol e pareggia momentaneamente in casa della Lazio (in vantaggio con Mauri). Poi, un gran gol di Rocchi decide la gara. L'Inter (1-0 all'Empoli) ha otto punti più della Roma (che affonda a Siena)
Calcio / Serie A - Cassano non basta alla Samp
Antonio CassanoROMA - La Lazio vince col cuore e la forza dei nervi, piegando una Sampdoria Cassano-dipendente. È lui, gioia e dolore di Mazzarri, ad illuderla siglando il pareggio che riequilibra l'incontro dopo il vantaggio di Mauri. È però sempre lui che spesso si estrania dalla lotta, su un campo reso via via più pesante dalla pioggia battente. Un fatto è certo: con questo Antonio Cassano in campo non ci si annoia. Ma non è da meno quanto a classe Tommaso Rocchi quando, con una girata volante ad una manciata di minuti dal termine, beffa Castellazzi e regala al Delio Rossi una domenica felice. La Lazio aggancia il Catania a 23 punti e chiude una settimana da incorniciare pensando alla conquistata semifinale di Coppa Italia. Mentre la Samp frena la sua rincorsa all'Uefa.
Contro una squadra scorbutica, fin dall'inizio Mudingayi e Dabo capiscono che per fermare Cassano serviranno le maniere forti. Partita difficile, per la Lazio, assai pi— di quella giocata giovedì a Firenze. Perch‚ la Samp, al contrario della Fiorentina di Coppa Italia, non ha l'ansia di dover recuperare e se ne può stare allineata e coperta, dietro il munitissimo centrocampo a 5 schierato da mister Mazzarri. E poco cambia che giàl 16' capitan Volpi debba lasciare per un problema all' inguine, sostituito da Delvecchio. Davanti, poi, Bellucci e Cassano sono due schegge appuntite, sempre pronte a conficcarsi nel fianchi della difesa laziale.
Non a caso le due occasioni da rete degli ospiti del primo tempo arrivano con azioni fotocopia: lancio dal centrocampo per Bellucci, discesa sulla corsia di destra e cross al centro per il numero 99. La prima volta, al 20', proprio sotto la Nord che lo insulta a getto continuo, sfodera una cassanata, spedendo il pallone sopra la traversa con Ballotta già sdraiato nell'erba fradicia di pioggia. Mani nei capelli tagliati alla marine, sorrisetto beffardo e via.
La Lazio è stata fortunata e lo sa. Così raddoppia gli sforzi per scardinare il fortino blucerchiato. Fatica moltissimo, però, soprattutto per i tanti errori in appoggio di Ledesma, che quasi mai riescono ad innescare le accelerazioni di Rocchi e Pandev. Ma al 37' è un errore darle una mano. Sullo spiovente dall'angolo, rinvio sbilenco prima di Palombo, quindi di Pieri e palla tra i piedi di Mauri che indovina l'angolo alla sinistra di Castellazzi. Biancocelesti in vantaggio al di là, dei loro meriti e Mazzarri infuriato con i suoi.
Ma il sorriso gli torna nel giro di pochi minuti. Perché‚ se sbagliare è umano, perseverare (per l'attaccante visto ultimamente) non è da Cassano. Al 46' si replica: Bellucci scende indisturbato, (Radu dove sei?), Siviglia arranca e stavolta Cassano pianta il pallone sotto la traversa.
Nella ritrovata parità doriani iniziano la ripresa più spavaldi ed al 3' le parti si invertono. Cassano suggerisce in area per Bellucci che tira addosso a Ballotta. Dopo cinque minuti esce Dabo, stanco ed applaudito, entra Manfredini, che darà più equilibrio al centrocampo laziale. Radu si fa vedere in avanti in uno scambio con Rocchi e tiro. Castellazzi devia in angolo. A metà ripresa sprecano buone occasioni prima Maggio, poi Mudingayi. Entrambi vanificano il lavoro dei compagni con tiri fiacchi. Piove sempre più forte, la fatica cresce, il pallone scappa via sempre più veloce.
Sembra un pari che potrebbe andare bene a tutti, non a Rocchi che al primo scambio riuscito con Pandev realizza un 2-1 bello quanto prezioso. È il 32'. Mazzarri toglie Franceschini ed inserisce la torre Bonazzoli, ma è tardi. Anzi è la Lazio, in contropiede al 42', a sprecare il 3-1 con uno stremato Pandev.

I risultati delle partite della 21ª giornata del campionato di Serie A

Genoa-Catania 2-1 (13' Danilo/G, 59' aut. Bovo/G, 71' rig. Borriello/G);
Inter-Empoli 1-0 (34' rig. Ibrahimovic/I);
Juventus-Cagliari 1-1 (55' Bianco/C, 56' Nedved/J);
Lazio-Sampdoria 2-1 (37' Mauri/L, 45'+2' Cassano/S, 77' Rocchi/L);
Parma-Atalanta 2-3 (18' Pellegrino/A, 39' Lucarelli/P, 55' Bellini/A, 68' Floccari/A, 91' rig. Gasbarroni/P);
Reggina-Torino 1-3 (23' rig. e 66' rig. Rosina/T, 35' Stellone/T, 59' Amoruso/R);
Siena-Roma 3-0 (11' Vergassola/S, 43' aut. Tonetto/R, 84' Frick/S);
Fiorentina-Milan (20.30).

Giocate ieri

Napoli-Udinese 1-3 (3' aut. Zapata/U, 8' Pepe/U, 74' e 75' Lavezzi/N).
Palermo-Livorno 1-0 (76' Miccoli/P).

Classifica (legenda: squadra, punti, partite giocate, vinte, pareggiate, perse, gol fatti, gol subiti)

Inter 53 21 16 5 0 44 13
Roma 45 21 13 6 2 38 22
Juventus 41 21 11 8 2 40 18
Fiorentina 37 20 10 7 3 32 18
Udinese 33 21 9 6 6 24 25
Milan 30 19 8 6 5 31 16
Atalanta 29 21 7 8 6 32 30
Sampdoria 28 21 8 4 9 27 26
Genoa 28 21 7 7 7 22 28
Palermo 28 21 7 7 7 28 34
Napoli 27 21 7 6 8 33 32
Lazio 23 21 5 8 8 24 30
Catania 23 21 5 8 8 19 24
Livorno 21 20 5 6 9 23 32
Torino 21 21 3 12 6 20 25
Siena 20 21 4 8 9 25 31
Parma 19 21 4 7 10 24 32
Reggina 18 21 3 9 9 18 32
Empoli 16 21 3 7 11 15 29
Cagliari 14 21 3 5 13 16 38

Classifica cannonieri

- 15 reti: Trezeguet (Juventus-1 rigore).
- 14 reti: Ibrahimovic (Inter-6).
- 13 reti: Mutu (Fiorentina-5).
- 12 reti: Borriello (Genoa-4).
- 10 reti: Cruz (Inter-1); Totti (Roma-2).
- 9 reti: Del Piero (2-Juventus); Tavano (Livorno-2); Bellucci (Sampdoria-1).
- 8 reti: Doni (Atalanta-1); Pandev (Lazio); Kakà (Milan-4); Amauri (Palermo-1).
- 7 reti: Gilardino (Milan); Zalayeta (Napoli); Maccarone (Siena-1); Di Natale e Quagliarella (Udinese).
- 6 reti: Langella (Atalanta); Iaquinta (Juventus-1); Rocchi (Lazio); Miccoli (Palermo-1); Amoruso (Reggina); Rosina (Torino-3).
- 5 reti: Matri (Cagliari); Martinez (Catania); Pozzi (1-Empoli); Pazzini (Fiorentina); Sosa, Domizzi (3), Hamsik e Lavezzi (Napoli); Corradi (Parma); Mancini (Roma); Cassano (Sampdoria).
- 4 reti: Foggia (4) (Cagliari); Mascara (Catania); Vieri (1) (Fiorentina); Cambiasso e Suazo (Inter); Seedorf (Milan); Vigiani (Reggina); Giuly (Roma); Sammarco (Sampdoria); Loria (Siena).
- 3 reti: Floccari, Ferreira Pinto, Tissone e Zampagna (1) (Atalanta); Spinesi (Catania-1); Giovinco e Saudati (Empoli); Santana (Fiorentina); Cordoba (Inter); Pato (Milan); Paci e Pisanu (Parma); Cavani e Simplicio (Palermo); De Rossi (1), Perrotta e Taddei (Roma); Montella (Sampdoria); Frick (Siena); Ventola (Torino); Asamoah (Udinese).
- 2 reti: Carrozzieri (Catania-Atalanta); Acquafresca, Conti e Fini (1) (Cagliari); Vargas (Catania); Vannucchi (Empoli); Montolivo e Osvaldo (Fiorentina); Leon e Figueroa (Genoa); Crespo e Jimenez (Inter); Nedved, Legrottaglie e Salihamidzic (Juventus); Mauri, Firmani e Ledesma (Lazio); Grandoni, Knezevic, Loviso e F. Rossini (Livorno-1); Ambrosini, Pirlo e Ronaldo (Milan); Bogliacino e Gargano (Napoli); Tedesco (Palermo); Gasbarroni (2) e Morrone (Parma); Aquilani, Juan e Vucinic (Roma); Cozza e Brienza (Palermo-Reggina); Maggio (Sampdoria); De Ceglie, Galloppa e Locatelli (Siena).
- 1 rete: Pellegrino, Bellini, Capello e Rivalta (Atalanta); Bianco (Cagliari); Terlizzi, Baiocco, Morimoto e Sardo (Catania); Marzoratti e Raggi (Empoli); Donadel, Gasperini (Fiorentina); Danilo, Konko, Di Vaio, Masiello e Sculli (Genoa); Cesar, Figo, Maicon e Stankovic (Inter); Camoranesi, Chiellini, Marchionni, Palladino (Juventus); Mutarelli e Tare (Lazio); Bergvold, Bogdani, De Vezze, Pulzetti e Tristan (Livorno); Gattuso, Gourcuff e Nesta (Milan); Biava, Caserta, Diana, Rinaudo e Zaccardo (Palermo); Lucarelli C., Cigarini, Coly, Matteini, Morfeo, Pisanu, Reginaldo ed M. Rossi (Parma); Barreto, Ceravolo, Joelson e Vigiani (Reggina); Panucci, Pizarro, Brighi e Mexes (Roma); Gastaldello, Volpi e Caracciolo (Sampdoria); Vergassola, Forestieri, Corvia (Siena); Stellone, Grella, Bottone, Corini, Dellafiore, Lanna, Malonga, Motta, Recoba e Vailatti (Torino); Dossena, Floro Flores, Inler, Pepe e Zapata (Udinese).
Autoreti: 1 Ferri (Cagliari); Giacomazzi (Empoli); Bovo (Genoa); Cordoba (Inter); Cannavaro P. (Napoli); Valdez (Reggina); Tonetto (Roma); Zapata (Udinese).

SERIE A - 3ª GIORNATA DI RITORNO - 10 FEBBRAIO - ORE 15

Atalanta - Fiorentina (9/2, ore 18.00)
Cagliari - Parma
Catania - Inter (ore 20.30)
Empoli - Lazio
Livorno - Genoa
Milan - Siena
Roma - Reggina (9/2, ore 20.30)
Sampdoria - Napoli
Torino - Palermo
Udinese - Juventus

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400