Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 19:11

Calcio / Serie B - Il Lecce frena

I giallorossi non vanno oltre il pareggio (0-0) a Treviso (Cottafava espulso al 52'). Anche il Chievo rallenta, mentre il Bologna vola. Nel prossimo turno in programma Lecce-Triestina • I risultati della 23ª giornata • La classifica • I cannonieri • Il prossimo turno
Calcio / Serie B - Il Lecce frena
Giuseppe PapadopuloTREVISO-LECCE 0-0

TREVISO (4-4-2): Calderoni, Pianu, D'Anna, Scurto, Scaglia, Quadrini, Gissi, Giunti (26' st Mingozzi), Venitucci (21' st D'Agostino), Russotto (17' st Lupoli), Beghetto. (Cordaz, Bonucci, Smit e Baccin). All.: Pillon.
LECCE (3-5-2): Benussi, Schiavi, Fabiano, Cottafava, Angelo, Vives, Zanchetta (30' st Giuliatto), Ariatti, Ardito, Tiribocchi, Abbruscato (15' st Valdes). (Rosati, Polenghi, Esposito, Diarra e Corvia). All.: Papadopulo.
Arbitro: Pierpaoli di Firenze.
Recupero: 1' e 4'.
Angoli: 12-3 per il Lecce.
Espulsi: al 7' st Cottafava per doppia ammonizione.
Ammoniti: Angelo, Vives e Scaglia per gioco scorretto.
Spettatori: 3.582.

TREVISO - Il Treviso passa indenne il match con il lanciato Lecce, che serve a Pillon soprattutto per provare i nuovi innesti D'Anna e Giunti. I pugliesi ci provano subito a far loro il risultato, ma Calderoni al 4' compie un mezzo miracolo parando un siluro di Tiribocchi.
Il Treviso tenta di agganciare le zona salvezza, il Lecce è una squadra che punta a salire in serie A, e la differenza in campo si vede. Ma i biancocelesti ci provano lo stesso e al 16' richiamano il calcio di rigore per una mischia in area pugliese che vede Beghetto a terra. Per l'arbitro Pierpaoli però si può proseguire il gioco.
Il Treviso nella prima mezzora si danna per conquistare almeno un punto, ma non è pericoloso neppure quando una ribattuta della difesa ospite su punizione dal limite di Quadrini (24') offre una buona occasione a Scaglia, che fallisce la rete. Il Lecce allora spinge maggiormente sull'acceleratore e al 33' ha una buona occasione con Fabiano che però mette fuori.
La ripresa vede i pugliesi ancora all'attacco, ma al 7' restano in inferiorità numerica per un fallo di mano di Cottafava che, già gravato da un'ammonizione, viene espluso. Papadopulo cambia il modulo in un 4-4-1, ma nonostante questo sono sempre i suoi ad essere più pericolosi: 13' del secondo tempo, tiro preciso di Zanchetta e nuovo di Calderoni all'incrocio dei pali; al 20' è Tiribocchi a sfiorare la rete con un tiro potente che Calderoni salva in angolo.
Fasi finali concitate e Treviso che potrebbe ancora segnare il clamoroso gol del vantaggio al 37', quando su passaggio funambolico di Quadrini, Lupoli in girata mette nella porta dei salentini. Ma l'arbitro annulla per fuorigioco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione