Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 22:13

Pallavolo / A1 uomini - C'è Corigliano-Taranto

Nella seconda giornata di ritorno, la Prisma (quattordici punti) va in Calabria (domenica, ore 18) per una sfida importantissima ai fini della salvezza. La squadra di Lattari ha la possibilità di staccare gli avversari (dieci punti, di cui sette in casa) in classifica
Pallavolo / A1 uomini - C'è Corigliano-Taranto
TARANTO - Il derby del Sud parte seconda è servito. Corigliano e Taranto domani si sfidano giocandosi un'importante fetta di salvezza in quella che per il momento è una lotta disperata a tre, c'è anche Latina, ma che si spera si allarghi anche al Perugia. Saranno oltre un centinaio i supporters tarantini che si muoveranno domani pomeriggio, con partenza alle 13.30 dalla Concattedrale con autobus e mezzi privati. La sfida è di quelle che determinano l'andamento di una stagione anche se il campionato è ancora lungo.
QUI PRISMA TARANTO - Del match di domani parla lo schiacciatore Maurizio Castellano, il cui ingresso in campo contro Milano è stato determinante per il ritorno al successo di Taranto: «E' una partita che può dare un senso al nostro campionato. Loro in casa giocano bene, non si danno mai per vinti e dispongono di giocatori che conosco benissimo il campionato. Non hanno assolutamente abbandonato l'idea di salvarsi e contro di noi si giocano molte chance di continuare a lottare per la permanenza - afferma il giocatore jonico, in campo nell'unico precedente esterno (vittoria 3-1 per la Prisma con 13 punti suoi) -. Noi dal canto nostro dobbiamo sfruttare al massimo l'entusiasmo che la vittoria con Milano ci ha restituito senza però stare a fare calcoli. Pensiamo piuttosto a fare una bella partita e a dare continuità al nostro gioco. Abbiamo mostrato dalla ripresa del campionato continui miglioramenti e tra questa trasferta e quella di Padova vogliamo capire se abbiamo trovato un buon livello di rendimento. E' una gara aperta a qualsiasi risultato». Castellano mostra fiducia nelle scelte del suo allenatore anche se queste significano partire dalla panchina: «Per quanto mi riguarda io sono a disposizione di coach Lattari che intelligentemente ha capito che per vincere deve poter contare su tutti e non importa chi gioca dall'inizio ma chi dimostra di saper stare in campo. Io penso sia più importante che la squadra giochi bene e molti dei meriti dei nostri progressi sono del nostro allenatore che ci ha sempre incitati a non abbatterci ma a lavorare sodo per ottenere i risultati che vogliamo»
L'AVVERSARIO - Corigliano ha dieci punti in classifica, di cui sette ne ha conquistati in casa ottenendo due successi in sette incontri disputati (Treviso e Latina, le vittime). Il team calabrese è quasi all'ultima spiaggia e sicuramente giocherà con il coltello tra i denti. Rispetto alla gara di andata ha perso due stranieri (il palleggiatore tedesco Dehne e lo schiacciatore bulgaro Aleksiev) che hanno deciso di prendere altre strade rimpiazzati rispettivamente dal francese Carletti, giunto la settimana scorsa, e dal ricevitore pugliese (è nato a San Vito dei Normanni) Lo Re. La settimana scorsa coach Giuliani ha avuto qualche problema di formazione avendo rinunciato al libero Giovi ed allo schiacciatore Gallotta che domani saranno del match. Rispetto al match disputato in ottobre la coppia di centrali sarà formata dal belga Raymaekers e dal serbo Podrascanin con in panchina Ravellino. Per il resto in regia ci sarà Corvetta in diagonale Biribanti (su questo asse passa gran parte del gioco dei calabresi) ed in posto quattro attaccherà Kovacevic. Nella classifiche di rendimento a squadre Taranto, nel confronto diretto, primeggia in tutti i fondamentali tranne che in quello relativo alla ricezione perfetta (Corigliano è nono, gli jonici sono undicesimi) mentre in quelle individuali l'unico calabrese che si trova nei primi venti delle varie graduatorie è l'opposto Biribanti, sedicesimo per punti realizzati sinora.
I PRECEDENTI Taranto in vantaggio 3-0 su Corigliano. Nella stagione 2005-06, quella della promozione in A/1, la Prisma come già evidenziato, si impose, nell'unico precedente in trasferta, per 3-1. All'andata, com'è noto, i rossoblù si imposero 3-1.
LE PROBABILI FORMAZIONI - Famigliulo Corigliano: 5 Corvetta, 12 Biribanti, 1 Ravellino, 8 Raymaekers, 10 Podrascanin, 11 Kovacevic, 15 Gallotta, 7 Giovi (libero), a disp. 1 Ravellino, 10 Carletti, 13 Colaci, 14 Maric, 16 Lo Re. All. Giuliani
Prisma Taranto: 9 Nuti, 17 Vissotto, 2 Rak, 10 Vulin, 11 Pereu, 7 Patriarca, 1 Latelli (libero), a disp: 3 Nagy, 6 Durante, 8 Castellano, 12 Shumov, 15 Ardu. All. Lattari.
GLI ARBITRI - Stefano Perri e Gianpiero Cesare di Roma.
RADIO, TV ED INTERNET - Undicesimo appuntamento stagionale con la diretta in streaming sul sito di Lega Volley per seguire minuto per minuto tutte le gare dalla Serie A TIM. Tra i campi principali a partire dalle 17.50 collegamenti live anche con il ParaBrillia di Corigliano. Per ascoltare "Volley Time Web Radio" sarà sufficiente collegarsi al sito www.legavolley.it che in automatico aprirà un pop up; in caso di problemi sarà sufficiente digitare www.legavolley.it/radio.asp.
La telecronaca registrata dell'incontro andrà in onda lunedì sera alle 20.45, su TelePuglia. Sul Digitale Terrestre di Telenorba sarà possibile assistere alla replica dei match da lunedì sino a domenica prossima con due appuntamenti giornalieri: alle 15 e alle 21. Appuntamento consueto poi con la trasmissione di approfondimento, condotta da Claudia Carbonara, dal titolo "Sottorete", lunedì sera alle 20.15 su Telenorba 8.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione