Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 07:19

Basket, Enel Brindisi sconfitta a Milano

Basket, Enel Brindisi sconfitta a Milano
EMPORIO ARMANI MILANO-ENEL BRINDISI 77-72

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: McLean 15, Lafayette 6, Amato ne, Cerella, Macvan 14, Magro 4, Cinciarini 10, Jenkins 6, Barac 3, Simon 19. Allenatore: Repesa.
ENEL BRINDISI: Banks 15, Reynolds 2, Scott 6, Cournooh 12, Harris, Cardillo, Milosevic 6, Gagic 4, De Gennaro ne, Zerini 14, Marzaioli ne, Kadji 13. Allenatore: Bucchi. ARBITRI: Lanzarini-Mazzoni-Quarta. NOTE: parziali 15-7, 36-28, 52-50. Tiri liberi: Milano 22/28, Brindisi 12/15. Uscito per cinque falli: nessuno.

MILANO - Dai fischi agli applausi. In appena 48 ore l’EA7 riconquista l’affetto del Forum, saluta il suo 2015 casalingo con la 39esima vittoria consecutiva tra le mura amiche in campionato e dimentica la brutta prova fornita venerdì in Eurolega contro il Limoges. A farne le spese nel posticipo domenicale, grazie ad un Simon imperiale (19 punti, di cui 13 nell’ultimo periodo), l’Enel Brindisi dell’ex allenatore di Milano Piero Bucchi: un 77-72 che permette all’EA7 di agganciare nuovamente la vetta della Serie A, al pari di Reggio Emilia e Cremona. 

 Una partita spigolosa che Milano riesce a fare propria con il cuore e la volontà: la squadra di Repesa infatti viene a lungo sovrastata a rimbalzo (ne concede ben 13 offensivi) e, in contumacia di Gentile e Hummel, fatica a realizzare punti facili in transizione e costruire comodi tiri con il giro palla. Ma è la difesa, soprattutto al Forum, il segreto di Pulcinella di questa EA7: lo dicono i numeri (è la squadra che concede meno punti di media), lo dice la voglia di sbucciarsi le ginocchia di Cerella e Cinciarini, esempio dello spirito che Repesa vuole distillare nei suoi giocatori. Il playmaker azzurro suona la carica nel momento di massima difficoltà di Milano (19-22 al 14' dopo un parziale di 15-4 di Brindisi) con una tripla e un paio di assist al bacio per Macvan. Brindisi riesce a restare in scia con la creatività di Banks (15 e 9 falli subiti) e la solidità di Zerini e Kadji per un finale di gara che diventa una lunga volata per cuori forti: quello biancorosso è più saldo con la mano ferma di Lafayette, Cinciarini e soprattutto di uno scatenato Simon a spegnere la luce all’Enel.

SERIE A – 12^ GIORNATA – 20/12

Acqua Vitasnella Cantù - Dolomiti Energia Trentino 87-77
Grissin Bon Reggio Emilia – Pasta Reggia Caserta 87-62
Umana Reyer Venezia – Openjobmetis Varese 84-58
Obiettivo Lavoro Bologna - Giorgio Tesi Group Pistoia 76-72
Vanoli Cremona - Sidigas Avellino 64-58
Betaland Capo d’Orlando – Consultinvest Pesaro 69-72
Manital Torino - Banco di Sardegna Sassari 86-83 d1ts
EA7 Emporio Armani Milano – Enel Brindisi 77-72

CLASSIFICA: Reggio Emilia, Cremona, Milano 18 punti; Trento, Pistoia 16; Sassari, Venezia 14; Brindisi 12; Cantù, Avellino, Capo d’Orlando 10; Varese, Caserta, Bologna 8; Pesaro, Torino 6.

PROSSIMO TURNO – 13^ GIORNATA – 23/12

Sidigas Avellino – Pasta Reggia Caserta
Dolomiti Energia Trentino - Betaland Capo d’Orlando
Enel Brindisi - Manital Torino
Obiettivo Lavoro Bologna – Acqua Vitasnella Cantù
Giorgio Tesi Group Pistoia – Umana Reyer Venezia
Openjobmetis Varese - Vanoli Cremona
Consultinvest Pesaro – EA7 Emporio Armani Milano
Banco di Sardegna Sassari - Grissin Bon Reggio Emilia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione