Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:29

Calcio / Serie A - Cassano irresistibile

Trascina la Sampdoria al successo contro il Palermo. Il talento barese inventa per i compagni (due assist) e poi mette la sua firma regalando ai blucerchiati importanti in chiave Uefa. Antonio: «Resto con il sacrificio di tutti». Sei vittorie esterne (compresa quella dell'Inter)
Calcio / Serie A - Cassano irresistibile
Antonio CassanoGENOVA - Un irresistibile Cassano trascina la Sampdoria al successo contro il Palermo. Il talento barese, particolarmente ispirato, inventa per i compagni e poi mette la sua firma regalando ai blucerchiati 3 punti importanti in chiave Uefa. Davvero deludenti i rosanero, senza nulla togliere all'ottima prova dei doriani; il ritiro di Siviglia non sembra avere avuto gli effetti sperati su un irriconoscibile Amauri e i suoi compagni, apparsi un pò troppo molli e privi della grinta necessaria per rientrare in partita.
Si gioca prevalentemente a centrocampo nei primi minuti con una lunga fase dei studio. Al 5' la prima occasione della partita è per la Samp che divora il vantaggio: Bellucci apre sulla sinistra per Cassano, il talento barese entra in area e serve dall'altra parte l'accorrente Maggio che a porta vuota manda incredibilmente fuori. Gran pressing da parte di entrambe le squadre che evidenziano buona condizione fisica e spazi pertanto limitati.
Al 13' giocata di Cassano dalla destra che supera Barzagli e mette il pallone al centro per Franceschini che colpisce male spedendo alto. Al 16' altra occasione per la Samp con palla messa al centro dalla sinistra da Pieri, Fontana sbaglia l'uscita e perde il pallone, ma Barzagli e Zaccardo ci mettono una pezza. Al 19' il Palermo mette i brividi ai doriani con Fabrizio Miccoli che su assist di Amauri con l'esterno destro colpisce in pieno il palo. Al 20' la Sampdoria passa in vantaggio: Cassano lavora un gran pallone sulla sinistra, serve dalla parte opposta Bellucci che entra in area, salta in velocità Capuano e infila Fontana in uscita con un diagonale.
La partita si mantiene bella ed equilibrata con i padroni di casa che provano a sfruttare il momento di entusiasmo e con gli ospiti che dopo un iniziale momento di sbandamento aumentano la pressione. Al 32' è Amauri a impensierire Castellazzi che si fa sfuggire il pallone ma lo recupera sulla linea. Al 46' il raddoppio: punizione di Cassano sulla traversa, la palla ricade su maggio che non controlla, arriva Sammarco che insacca.
Nessun cambio ad inizio ripresa, la Samp parte forte e ha subito un'occasione con Bellucci il cui tiro rimbalza sulla traversa. Dall'altra parte rischia Castellazzi su un disimpegno. Il Palermo spinge di più ma non punge. Al 20' doppio cambio per Guidolin con Brienza e Bresciano al posto di Cavani e Migliaccio. Al 32' il tris che chiude la partita: angolo da destra, sinistro di Campagnaro, la palla finisce a Cassano che si trova sulla traiettoria che da due passi stoppa e insacca.

«Non è stato un Cassano show, questa è stata la migliore partita della samp della stagione». Il giocatore barese ha preso in mano la squadra oggi contro il Palermo ma vuole dividere il successo con tutti i suoi compagni che lo hanno aiutato alla grande. «Il merito va a tuti questi ragazzi che corrono tanto per me - continua - Abbiamo prodotto molto e subito poco. I tifosi mi amano? Quando sono arrivato ho detto che se mi danno affetto li ripago al 110%. Credo che li sto ripagando». Non stava così bene in una squadra e in un ambiente da quando giocava con la maglia del suo Bari. Ora si cerca di far durare questo matrimonio visto che c'è da risolvere il prestito con il Real madrid. «Marotta ha detto che farà di tutto per trattenermi? Se lo ha detto io ci credo, ora deve mantenere le parole. Non si è ancora incontrato col mio manager, ma con il sacrificio di tutti si può rimanere qui. Accetto di ridurmi l'ingaggio? Sì, ma non di tanto, è vero che i soldi non contano però fanno vivere bene».

«Abbiamo un diritto di riscatto da esercitare entro il 10 giugno e già da febbraio cominceremo a trattare. La cifra è di 5 milioni e mezzo. L'ingaggio? rappresenta uno scoglio difficile da superare ma stiamo ragionando su questo, siamo ottimisti e c'è la volontà del ragazzo a rimanere e a ridurre i suoi compensi. Valuteremo il da farsi, potrebbero essere dilazionate alcune forme di pagamento, mi auguro di arrivare a una soluzione positiva per noi». Il direttore generale della Sampdoria Giuseppe Marotta parlaa del contratto di Cassano commentando l'ipotesi relativa all'acquisto del giocatore da parte dell'Inter che lo lascerebbe in prestito ai blucerchiati. «Noi cercheremo di fare la corsa da soli - spiega Marotta a Italia 1 - la Samp ha una sua gestione e autonomia, però oviamente ci sono scogli da superare come il prestito con il Real e l'ingaggio. Noi abbiamo l'obiettivo prioritario del riscatto diretto, poi eventualmente si può parlare di altre ipotesi. Il Real pentito? Il ragazzo avrà sbagliato qualcosa, però adesso è migliorato sul piano dei rapporti, sul piano calcistico non lo scopro io, siamo contenti di lui e vogliamo che resti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione