Cerca

Brindisi cade in casa Trento s'impone 81-71

Brindisi cade in casa Trento s'impone 81-71
Brindisi: Banks 20, Scott 5, Cournooh 9, Harris 11, Cardillo 2, Milosevic 4, Fiusco, Gagic 5, Zerini 7, Marzaioli, Kadji 8. All. Bucchi
Trento: Poeta 1, Sanders 16, Pascolo 14, Baldi Rossi 10, Forray 7, Lofberg, Flaccadori 2, Sutton 8, Lockett 12, Lechthaler, Wright 11. All. Buscaglia.
Arbitri: C. Lo Guzzo, E. Aronne, G. Calbucci
Parziali: 12-21; 32-45 (20-24); 53-65 (21-20); 71-81 (18-16).

Non si ripete per Brindisi la bella vittoria della scorsa settimana in terra sarda contro i campioni d’Italia della Dinamo Sassari. Questa sera in casa è fermato dal Trento che non si è mai fatto superare.
Trento espugna il PalaPentassuglia quindi e batte Brindisi 71-81, approfittando dell'assenza di Reynolds e della prestazione scadente dell'Enel.

Basta poco, ad avvio di gara, a Trento per distaccare i padroni di casa: già all'8' il punteggio è di 10-19. La gara procede poi su equilibri che sembrano difficilmente scalfibili, eccezion fatta per qualche timido quanto breve risveglio per i padroni di casa che nel secondo quarto con un parziale di 7-0 riaccendono le speranze dei tifosi. Al 19' Trento ingrana la marcia, approfittando degli errori difensivi di Brindisi e corre avanti di 14 punti (30-44). Al 33' arriva il più 17 per la Dolomiti Energia, ma segue poi anche la reazione dell'Enel che a tre minuti dalla fine sembra riemergere dal baratro accorciando le distanze (67-74).

Trento resta in partita fino alla sirena, e Brindisi non può far altro che limitare al minimo la differenza canestri. Il verdetto, a fine partita, è amaro per l'Enel, non soltanto per il risultato ma anche, come rimarcato da coach Bucchi, per le statistiche; 3 su 20 la percentuale al tiro da tre, al confronto di un 6 su 14 dei trentini che non è certo eccellente ma che ha senza dubbio pesato sul risultato finale. Per Trento, un sabato in testa alla classifica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400