Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 15:04

Basket, Enel-Brindisi batte Sassari 95 a 78

Basket, Enel-Brindisi batte Sassari 95 a 78
di ERIKA GALLIZZI
SASSARI - L’Enel Brindisi espugna il campo dei campioni d’Italia della Dinamo Sassari, imponendosi con il punteggio di 92-78 e cogliendo la prima vittoria esterna della stagione. Partita da infarto, nella quale l’Enel ha rischiato di buttare un vantaggio di ben 24 lunghezze raggiunte in avvio di terza frazione.

Inizio di gara piuttosto pimpante per l’Enel. L’ex Sassari Kenny Kadji (25 punti e 14 rimbalzi) fa quello che vuole sotto canestro, ma Brindisi mette in campo, in generale, un gioco efficace. In difesa rende la vita difficile alla Dinamo ed in attacco è precisissima. A 6’37” dalla prima sirena, il tabellone segna 13-4 per gli ospiti ed il coach dei Campioni d’Italia è costretto a chiamare il primo timeout, che sortisce il rientro dei sardi a cinque lunghezze di distanza. La partita è piuttosto ruvida, i giocatori in campo non lesinano l’utilizzo dei muscoli, ma l’Enel pare trovarsi a proprio agio. Una nuova accelerata degli ospiti vale il +10, 24-14 a 2’14” dalla fine del primo quarto, che termina poi con i pugliesi avanti 26-18.

Il secondo periodo inizia con un botta e risposta. Sassari torna a -5 con una tripla di Logan (23-28), ma l’Enel risponde immediatamente e ristabilisce le distanze.

La gara continua a mostrare difese fisiche. Il Banco soffre e ha le polveri piuttosto bagnate, mentre Brindisi trova spesso il canestro anche al limite dei 24”. A 4’23” dall’intervallo gli ospiti sono ancora avanti di 10 lunghezze, sul 37-27, ma poco dopo confezionano un parziale di 9-2 che li porta sul 46-30, quando mancano 1’30” dal termine della frazione. Si va poi negli spogliatoi sul 51-34 per gli ospiti, assoluti padroni del match. La valutazione complessiva delle due squadre dice tutto: 68-27 per i pugliesi.

Al rientro in campo la musica non cambia. I primi minuti del terzo quarto sono pura esaltazione per l’Enel che tra triple e «alley-oop» vola sul +24, 61-37 a 7’29” dal termine del periodo. Sassari sembra alle corde ed il suo uomo migliore, Logan, dà segni di nervosismo (oltre ad un antisportivo, rischia un tecnico per proteste). A questo punto succede l’inimmaginabile, con MarQuez Haynes che si carica letteralmente sulle spalle la propria squadra, infila cinque triple, di cui quattro consecutive, e fa rientrare i suoi in partita.

L’Enel sembra un pugile suonato e Sassari, che perde momentaneamente Petway per infortunio, completa la propria folle rimonta armando altri tiratori come Sacchetti e Stipcevic (69-70 il punteggio a 12” dalla sirena). Il periodo si chiude con un canestro di Kadji a fil di sirena, per il 72-69 pugliese.

Il pareggio è nell’aria e arriva puntuale dopo poco più di 2’ di gioco, sul 74-74. E si riparte, tutto da rifare per l’Enel. Scott e Reynolds (9 assist, infortunato nel finale) ridanno linfa agli ospiti che, piano piano, ricostruiscono il vantaggio, arrivando sull’88-78 a 2’ dalla sirena. Il Banco paga lo sforzo e non ha più lo smalto né la precisione al tiro esibita nel terzo quarto e Brindisi va indisturbata a cogliere la sua seconda vittoria stagionale.

-------------------
LE FOMAZIONI - Sassari: Haynes 24, Petway 6, Logan 21, Formenti, Devecchi, Alexander 7, D’Ercole 2, Marconato, Sacchetti 7, Stipcevic 5, Eyenga 2, Varnado 4. All. Sacchetti
Brindisi: Banks 11, Reynolds 6, Scott 21, Cournooh 5, Harris 10, Cardillo, Milosevic 5, Gagic 4, De Gennaro, Zerini 5, Marzaioli, Kadji 28. All. Bucchi
Parziali: 18-26, 34-51, 69-72, 78-95
Arbitri: Seghetti, Mazzoni, Ursi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione