Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 17:40

Calcio/Serie B - Bari espugna Treviso

A sorpresa, la squadra di Materazzi fuori casa ha vinto 2-1 (gol di Tabbiani e Galasso), interrompendo la serie positiva dei trevigiani • Tutti i risultati della 18ª giornata di andata • La classifica provvisoria • La classifica cannonieri • Il prossimo turno
TREVISO - BARI 1-2 (0-2 dopo la fine del 1° tempo)

• TREVISO (4-4-2): Calderoni, Bonucci, Viali, Scurto, Dal Canto (16's.t. Trotta); Quadrini (27' s.t. Pià), Gissi (33' s.t. Venitucci), Guigou, Scaglia, Beghetto, Barreto. A disp: Cordaz, Pianu, Venitucci, Amodio, Piovaccari. All. Pillon

• BARI (4-4-2): Gillet, Ladino, Stellini, Esposito, Antonelli; Tabbiani (33' s.t. Strambelli), Donda, Rajcic, Galasso; Ganci (29' s.t. Gazzi), Lanzafame (17' p.t. Cavalli). A disp: Spadavecchia, Carrozza, Gazzi, Allegrini, Strambelli, Bonanni. All. Materazzi

• Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa

• Reti: nel pt 26' Tabbiani, 39' Galasso. Nel st 90' Beghetto

• Calci d'angolo: 7-1

• Recupero: 2' e 4'

• Ammoniti: Ladino e Tabiani per gioco falloso, Gissi e Beghetto per proteste, Barreto per simulazione

• Spettatori: 3000 circa

Calcio - Treviso Bari - S'interrompe con una sconfitta giusta quanto imprevista la serie positiva del Treviso che perde 2-1 contro il Bari e si complica la vita per la lotta salvezza.
Grande merito al Bari, autore di una gara ordinata e vinta con due contropiedi letali e un'ottima difesa. Il Treviso prova a prendere il comando delle operazioni, ma è difficile trovare spazi nella retroguardia barese. Ci si affida allora alle bizzarrie di Beghetto, punto di riferimento nell'attacco biancoceleste. Al 9' Viali lancia lungo a Barreto che di testa chiama Gillet alla parata. I biancocelesti spingono sull'acceleratore e al 14' trovano il gol con Beghetto, ma per il guardalinee è fuorigioco.
Al 24' è Cavalli a far suonare il campanello d'allarme per il Treviso, con un destro controllato da Calderoni. Due minuti dopo, il vantaggio pugliese con cross di Galasso: questi approfitta dell'errore dei due centrali biancocelesti che lasciano libero Tabbiani, il quale di testa infila la palla in rete. Il Treviso non riesce a reagire. Al 39' contropiede del Bari, la difesa biancoceleste rimane scoperta, nonostante un evidente fuorigioco di almeno due metri di cavalli, ma Galasso servito da Donda lascia partire un destro velenoso che vale il 2-0. La squadra di Pillon si riversa in attacco e al 42' solo l'arbitro non vede il rigore su Beghetto, affossato in area da Stellini.
La ripresa comincia con altro episodio dubbio: al 3' tocco di mano sospetto in area su corner. Il Treviso spinge e al 6' st ecco l'occasionissima per Barreto su assist di Quadrini, ma il tiro del brasiliano è facile preda di Gillet. Nemmeno i calci piazzati aiutano il Treviso, che all'11' sciupa una punizione con Quadrini, che da buona posizione calcia alto.
Pillon prova a cambiare, ma la musica resta sempre quella: il Treviso ha il merito di crederci fino alla fine e al 90' la gara si riapre improvvisamente con Beghetto, al settimo centro stagionale, a dribblare mezza difesa prima di battere Gillet con un destro angolato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione