Cerca

Rosina: a Bari mi sento sempre protagonista

Rosina: a Bari mi sento sempre protagonista
BARI – Protagonista della vittoria di Latina  sabato scorso, con una rocambolesca deviazione in rete su tiro di Donati, Alessandro Rosina ha così raccontato il gol conteso nel tabellino dei marcatori al compagno di squadra: "La seconda marcatura con i laziali? Uno schema che provo in allenamento", ha detto sorridendo l’attaccante. "Abbiamo esultato in due, io e Donati, quando abbiamo visto il pallone alle spalle del portiere", ha aggiunto l’ex Catania.

Finora il tecnico Nicola ha utilizzato Rosina part-time. "Mi sento protagonista sempre – ha puntualizzato –  anche quando non ero in campo e abbiamo vinto con lo Spezia. Nessuno è felice di stare in panchina, il difficile viene quando si viene chiamati in causa. La mia condizione? Se continuo a giocare e a essere protagonista, la migliore condizione non rimarrà lontanissima. In sette siamo arrivati negli ultimi giorni di mercato. Dobbiamo integrarci e capire quello che ci chiede l’allenatore, per un gioco brillante ci vorrà del tempo. Basta prendere come esempio il 'Torò di Ventura: il rodaggio è durato un anno e mezzo e adesso tutti elogiano il calcio dei granata".

Sul ruolo in campo, invece, Rosina ha idee chiare. "Dietro le punte o esterno sono i ruoli che hanno fatto la fortuna della mia carriera". Infine una battuta sul Lanciano, prossimo avversario. "Negli ultimi due-tre anni gli abruzzesi non hanno mai cambiato molto, hanno una ossatura importante. Possono essere la mina vagante del campionato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400