Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 23:53

Calcio / Squalifiche - Una giornata a Belmonte e Schiavi

In merito agli incontri disputati sabato per il diciassettesimo turno del campionato di Serie B, il giudice sportivo ha fermato i difensori di Bari e Lecce e altri diciassette calciatori. In serie A, tre giornate a Doni, due a Spinesi. In sette squalificati per una gara: c'è anche Ibrahimovic
Calcio / Squalifiche - Una giornata a Belmonte e Schiavi
ROMA - In merito agli incontri disputati sabato per la diciassettesima giornata del campionato di Serie B, il giudice sportivo della Lega calcio ha squalificato per 3 giornate Carlo Lusi del Modena e per 2 giornate Antonio Bocchetti del Frosinone.
Altri diciassette giocatori sono stati fermati per un turno: Mariano Stendardo (Messina), Nicola Pizzolla (Ravenna), Antonio Aquilanti e Vittorio Micolucci (Ascoli), Fabio Bazzani (Brescia), Nicola Belmonte (Bari), Alessio Cerci (Pisa), Andrea Cristiano e Mattia Serafini (Albinoleffe), Giuseppe De Feudis (Cesena), Georgios Kyriazis (Triestina), Davide Mandelli (Chievo), Nicola Pagani (Frosinone), Filippo Porcari (Avellino), Luigi Riccio (Piacenza), Raffaele Schiavi (Lecce), Stefan Schwoch (Vicenza).

Tre giornate di squalifica al centrocampista dell'Atalanta Cristiano Doni. E' quanto ha stabilito il giudice sportivo della Lega Calcio Gianpaolo Tosel dopo le gare della quindicesima giornata di Serie A. Doni, già diffidato, è stato ammonito per proteste nel corso della gara contro la Juventus (persa 1-0) e, si legge nel comunicato del giudice, "al termine della gara" ha "contestato l'operato arbitrale con espressioni ingiuriose, colpendo con un pugno la porta degli ufficiali di gara". Due turni di stop sono state inflitti all'attaccante del Catania Gionatha Spinesi, espulso nel corso della gara di sabato contro la Lazio.
Sono invece sette i giocatori fermati per un turno: si tratta di Zlatan Ibrahimovic dell'Inter, Ezequiel Lavezzi e Mirko Savini del Napoli, Paolo Sammarco della Sampdoria, Fabio Simplicio del Palermo, Rodrigo Taddei della Roma e Simone Vergassola del Siena.
Tra le società, il giudice Tosel ha inflitto una multa di 15.000 euro al Catania in seguito agli accertamenti dei collaboratori della procura federale riguardanti i fatti precedenti la partita contro la Sampdoria disputata allo stadio 'Massiminò il 28 ottobre scorso. Mentre giocatori e accompagnatori della Samp si dirigevano verso gli spogliatoi, "in corrispondenza di un sottopassaggio scarsamente illuminato, una decina di persone, alcune delle quali (cinque-sei) indossavano la 'pettorina giallà propria degli stewards indirizzavano vari insulti ai componenti del gruppo doriano, che venivano anche fatti oggetto di spinte e strattonamenti".
Particolare "attenzione", riferisce ancora il giudice, era riservata al preparatore dei portieri Nunzio Papale, "mentre il direttore sportivo Salvatore Asmini veniva colpito da un pugno nella zona inferiore della schiena, senza conseguenze lesive". Multe anche per Napoli (15.000 euro per "un fascio di luce laser" proveniente dagli spalti che ha "reiteratamente recato molestia" ai giocatori del Parma e l'accensione di due bengala), Genoa (8.000 per esplosione di sette petardi), 2.000 euro ad Atalanta (inizio ritardato della gara) e Palermo (ritardo nella ripresa del gioco da parte dei raccattapalle).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione