Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 07:19

Calcio / Serie A - Cassano show, ma vince l'Udinese di Quagliarella

Il barese, protagonista di una grande partita, si procura un rigore e manda in gol Maggio. Poi si scatena Quagliarella, che affossa ala Samp. Nelle altre gare, l'Inter come un rullo compressore, la Roma pareggia e si stacca. I risultati della 15ª giornata, le classifiche e il prossimo turno
Antonio CassanoUDINE - Torna lo spettacolo in casa Udinese. Contro la Samp è show Di Natale-Quagliarella, per il 3-2 finale e per il blucerchiati, che pure avevano dato filo da torcere ai friulani soprattuto con Cassano, è notte fonda.
La squadra di Marino ha legittimato la vittoria in virtù di un gioco arioso, sempre spumeggiante, all'attacco, frutto di meccanismi oliati e di interpreti di qualità. Come il duo d'attacco Di Natale-Quagliarella. E proprio l'ex doriano ha affossato la sua ex squadra - senza esultare - con due gol capolavoro nella ripresa. Il primo di testa, in tuffo, il secondo di destro, dai 25 metri, sul quale nulla ha potuto il pur bravo Castellazzi. Forse Mazzarri ha tolto troppo presto Cassano per l'evanescente Bonazzoli. Sta di fatto che la squadra ha perso quella sicurezza che aveva avuto nel primo tempo ed è crollata nella ripesa sotto i colpi di una Udinese veramente formato Champions.
Mazzarri tiene i tre difensori per dieci minuti, poi fa retrocedere Pieri sulla linea di difesa a controllare lo scatenato Asamoah e avanza Bellucci quale spalla di Cassano. L'Udinese è quella annunciata con Mesto e Lukovic sulle fasce, Eremenko a centrocampo con la 'novita» Asamoah nel tridente con Quagliarella e Di Natale.
E' subito 'bum-bum' per i bianconeri che in dieci minuti raccolgono quattro angoli e vanno alla conclusione con Di Natale, Mesto, Inler e Quagliarella. Castellazzi si esalta in più occasioni. La Samp non sta a guardare e risponde colpo su colpo con Cassano ispirato come nelle migliori occasioni. Si susseguono azioni in velocità e la partita è estremamente piacevole. Pieri in difesa è un autentico toccasana perchè riesce a liberare in angolo dapprima su Asamoah e poi su Quagliarella quando già lo stadio aveva gridato la gol.
Il vantaggio bianconero, dopo un lungo periodo di superiorità territoriale, arriva al 23' con Quagliarella ispiratore e Di Natale bomber spietato. Ma l'euforia dei padroni di casa dura poco perchè, dopo uno scontro Quagliarella Castellazzi, è Zapotocny, al 32', e fare la fritatta su Cassano in area. Bellucci trasforma il rigore. L'Udinese accusa il colpo, cerca di reagire ma le sue azioni manovrate non trovano sbocco nella retroguardia blucerchiata sorretta da Campagnaro, Sala e Gastaldello.
Anzi quando la Samp riparte fa paura perchè ha in Cassano un finalizzatore sempre temibile. Ed è proprio il ragazzo di Bari vecchia a fare tutto al 40': semina il terrore in area, scarta tre bianconeri e serve su un piatto d'argento il pallone a Maggio al centro dell'area. È il gol del vantaggio per i blucerchiati. Il tempo si chiude con l'Udinese ancora in attacco e con un presunto fallo di Pieri su Aamoah che Damato non ritiene di sanzionare.
Nella ripresa il canovaccio non cambia, ma la Samp sembra meno pimpante dei primi 45' minuti di gioco. Quasi incapace di replicare all'Udinese. Inler e Quagliarella tentano la via del gol dalla distanza, ma senza risultati concreti. La Samp si limita a controllare la situazione. Poi tocca a Quagliarella dare un senso a questa domenica. L'attaccante, riscattato questa estate dall'Udinese alle buste per 7,2 milioni, mette a segno due gol veramente da fuoriclasse. Al 25' in tuffo, di testa, finalizza un cross dalla destra di Floro Flores lanciato da Mestro e, al 41', finalizza con un eurogol una azione personale. Lo stadio esplode. Marino lo toglie per fargli sentire ancora più vicine le ovazioni. Grande gara e grande personalità.
La Samp perde la testa. Anzi la perde Mazzarri che si fa espellere. L'Udinese, mai doma, preme ancora. Al 49' è il palo a dire di no a Inler che aveva calciato dai venticinque metri. E l'Udinese vola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione