Cerca

Calcio / Serie B - Il Lecce rimonta e vince

Sotto di un gol per un rigore di Chianese, riprende il Ravenna e lo batte nella ripresa. Segnano prima Tiribocchi e poi Diamoutene. Finisce 3-1 (autorete di Pivotto). Salentini a -4 dalla vetta • I risultati della 16ª giornata • La classifica • I cannonieri • Il prossimo turno: recupero della 15ª giornata
Calcio Lecce - TiribocchiLECCE-RAVENNA 3-1 (0-1 nel primo tempo)

Lecce (3-5-2): Rosati, Schiavi, Diamoutene, Cottafava, Ariatti, Munari, Vives, Ardito, Giuliatto (Valdes 34' pt, Esposito 30' st)), Abbruscato (Tulli 16'st), Tiribocchi. (99 Benussi, 3 Polenghi, 15 Mihoubi, 17 Diarra). Allenatore: Papadopulo.
Ravenna (4-4-2): Pardini, Ferrario, Pivotto, Anzalone, Fasano, Calzi, Sciaccaluga (Pizzolla 11' st), Olive (La Rosa 8' st), Toledo, Chianese, Succi (Fofana 23' st) (1 Capecchi, 7 Aloe, 13 Cosenza, 21 Nicola). Allenatore: Pagliari
Arbitro: Pinzani, di Empoli
Reti: nel pt 28' Chianese (rigore), nel st 6' Tiribocchi, 19' Diamoutene, 46' autorete di Fasano.
Angoli: 6-2 per il Lecce.
Recupero: 3' e 4'.
Ammoniti: Calzi, Toledo e Sciaccaluga, Rosati, Ardito ed Esposito per gioco falloso.
Spettatori: 5200.

LECCE - Il Lecce, che oggi ha giocato col lutto al braccio per la morte in Afghanistan del maresciallo capo Daniele Paladini, di origini leccesi, ha risolto una gara che si stava mettendo male e che lo aveva visto andare al riposo in svantaggio. Il Ravenna ha praticamente giocato solo un tempo; poi ha tentato una vana reazione nell'ultimo quarto d'ora. Il Lecce non brilla ma continua a far punti.
Primo tempo inguardabile, quello del Lecce. Non è riuscito ad affondare una sola volta, cercando la soluzione con lunghi lanci aerei, facile preda della difesa avversaria. Tiribocchi ed Abbruscato non sono riusciti un sola volta a farsi largo e a centrare la porta difesa da Pardini. Ne è prova il fatto che l'unico tiro in porta è stato fatto, su calcio di punizione dal limite dell'area, di Vives che al 38' ha colpito l'incrocio dei pali.
Il Ravenna ha resistito alla tentazione di fare barricate opponendo al Lecce un lineare 4-4-2 con alcune pur discrete incursioni nella metà campo leccese, facilitate dalla giornata negativa della difesa giallorossa. Ed è stato in una di queste incursioni che l'undici di Pagliari è passato in vantaggio (27'): Diamoutene ha tentato un passaggio di testa, in verità corto, al proprio portiere Rosati che, costretto all'uscita in tuffo, invece di avventarsi sul pallone, ha preso il piede di Chianese. Di qui, calcio di rigore trasformato dallo stesso Chianese.
Nella ripresa, Papadopulo ha inserito Valdes alle spalle delle due punte e sino a quando il cileno non è uscito dal campo per infortunio la manovra leccese è apparsa più fluida ed incisiva e ha consentito di realizzare due delle tre reti del successo giallorosso. Per una buona mezz'ora il Lecce ha tenuto il campo: ha pareggiato al 6' con Tiribocchi, lanciato da Munari, ed è passato in vantaggio al 19' con Diamoutene che ha raccolto una corta respinta di Pardini su tiro di Ariatti. Poi, a tempo scaduto, Vives ha costretto Pardini a respingere un suo bolide e Fasano in corsa ha urtato la palla spedendola nella sua porta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400