Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 10:14

Bari, una maxi rivoluzione firmata Nicola-Paparesta

Bari, una maxi rivoluzione firmata Nicola-Paparesta
BARI - Una maxi rivoluzione per costruire una fuoriserie. Bastano i numeri a descrivere il mercato del Bari: 32 movimenti, suddivisi tra 19 operazioni in entrata e 13 in uscita. Nel dettaglio, la società di Gianluca Paparesta ha tesserato 15 nuovi giocatori: il portiere Gori (dal Milan), i difensori Donkor (dall’Inter), Di Cesare e Tonucci (dal Brescia), Gemiti (dal Livorno), Del Grosso (dall’Atalanta), i centrocampisti Porcari (dal Carpi), Gentsoglou (dall’Ergotelis), Valiani (dal Latina), gli attaccanti Sansone (dalla Sampdoria), Camara e Puscas (dall’Inter), Maniero e Rosina (dal Catania), Petropoulos (dal Kalloni).Confermati Contini e De Luca (dall’Atalanta), nonché Gomelt (riscattato dal Tottenham), Di Noia è rientrato dal prestito al Matera. Appena otto i superstiti della vecchia guardia: i portieri Guarna e Micai, il pezzo pregiato Sabelli ed il rumeno Rada in retroguardia, Romizi, Defendi e Donati in mediana, Boateng nel reparto avanzato. In nove hanno salutato la compagnia per fine prestito: Benedetti, Bellomo, Camporese, Donnarumma, Ebagua, Filippini, Minala, Rinaudo e Schiattarella. Ceduti, invece, Ligi, Calderoni, Galano e Caputo.

L’analisi, peraltro, è ancora provvisoria. In bilico, infatti, c’è soprattutto il destino di Salviato che al momento è in esubero rispetto alla rosa dei 18 over 21 imposta dal regolamento e che dovrebbe finire fuori lista: il 28enne laterale potrebbe essere ceduto in B (ma solo ad Ascoli o Entella) o all’estero, ma è anche possibile una rescissione. Il 21enne attaccante Partipilo sta per accasarsi al Teramo (uno dei club che in Lega Pro usufruisce della proroga), così come si cerca una soluzione per Gomelt.

Nel complesso, Davide Nicola ha a disposizione una rosa di 25 elementi, tutti potenziali titolari, nonché funzionali sia al 4-3-3, sia al 4-2-3-1 (i due moduli sperimentati in precampionato), con la possibilità di scegliere, in alcuni casi, addirittura tra più di due giocatori nello stesso ruolo: basti pensare che ci sono tre centrali di centrocampo (Porcari, Donati e Gentsoglou), altrettanti centravanti (Maniero, Petropoulos e Puscas) e cinque giocatori in grado di disimpegnarsi da esterni, trequartisti o seconde punte (Sansone, De Luca, Camara, Boateng e Rosina). Il tutto mixato da una massiccia dose di esperienza nella categoria (età media 28,2 anni) con la voglia di emergere di alcuni puledri di razza. Il campo dirà, ma essere ambiziosi è un dovere, non un semplice sogno. I tifosi, intanto, hanno dato una prima risposta, sottoscrivendo quasi 1500 tessere e portando il totale a 6700 abbonamenti.

D. Lat.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione