Cerca

Melandri: «Ho chiesto allo sport una decisione esemplare»

Il ministro dello Sport, al termine dell'incontro con i vertici di Coni, Federcalcio e Lega: «In queste ore di lutto abbiamo condiviso la necessità di produrre gesti forti e significativi. Al vaglio c'è anche la sospensione dei campionati, ma le misure saranno adottate al termine di una riunone in Figc
ROMA - «Si deve decidere per un gesto significativo, dal mondo del calcio aspetto una decisione esemplare». Lo ha detto il ministro dello Sport, Giovanna Melandri, al termine dell'incontro con i vertici del mondo dello sport (presenti il presidente del Coni Petrucci, quello della Federcalcio Abete e della Lega Matarrese) all'indomani dell' uccisione del tifoso laziale nell'autogrill dell'A1. Il ministro ha detto che tra le ipotesi al vaglio c'è anche la sospensione dei campionati, ma sarà il vertice in programma in Federcalcio nel pomeriggio a decidere le misure da adottare. L'incontro con i vertici dello sport che «non si sovrappone in nulla al lavoro dell'Osservatorio che è l'organismo preposto per le questioni di ordine pubblico in materia di sport» ha precisato la Melandri, è stato «molto importante anche perché in queste ore di lutto abbiamo condiviso la necessità di produrre gesti forti e significativi che provengano dal mondo del calcio».
La Melandri ai vertici dello sport ha chiesto iniziative che siano d'esempio: «i valori del calcio sono stati colpiti due volte perché un giovane tifoso è morto e perché la violenza si è scatenata nuovamente. Ho chiesto allo sport di valutare anche la possibilità di sospendere i campionati nelle prossime settimane. Ma la decisione deve essere maturata nella riunione di oggi in Federcalcio». Il ministro ha sottolineato che da parte dello sport c'è la massima disponibilità, il gesto «deve essere capace di esprimere cordoglio per una vita spezzata per la quale si chiede chiarezza e accertamento dei fatti ma che allo stesso tempo esprima la ferma condanna del mondo dello sport alla violenza cieca e furiosa che non onora la memoria del giovane ucciso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400