Cerca

Calcio / Serie B - Ecco Santoruvo, ma il Bari pareggia

Il centravanti torna al gol, ma i biancorossi devono accontentarsi di un solo punto a La Spezia. Ospiti in vantaggio nel primo tempo. Nella ripresa risponde Do Prado
• I risultati della 14ª giornata • La classifica • I cannonieri • Il prossimo turno
Vincenzo SantoruvoSPEZIA - BARI 1-1 (0-1 nel primo tempo)

SPEZIA (4-1-4-1): Dazzi, Giuliano, Bianchi, Pecorari, Camorani, Biso (1' st Eliakwu), Gorzegno, Saverino, Frara, Do Prado, Guidetti. (57 Pellegrino, 29 Ceccarelli, 68 Del Padrone , 15 Padoin, 5 Fietta, 38 Barabino). All.: Soda.
BARI (4-4-2): Gillet, Belmonte, Di Dio, Stellini, Loseto (46' st Antonelli), Tabbiani, Donda, Gazzi, Rajcic, Lanzafame (21' st Ganci), Santoruvo. (23 Spadavecchia, i, 25 Ladino, 10 Carozza, 26 Galasso, 20 Cavalli). All.: Materazzi.

Arbitro: Scoditti di Bologna

Reti: nel pt 41' Santoruvo; nel st 23' Do Prado.

Ammoniti: Saverino, Bianchi per gioco scorretto. Santoruvo per proteste.

Angoli: 4 A 3 per il Bari. Recupero: 2' e 4'

Spettatori: 1.417 (paganti per un incasso di 19.470 euro) e 5315 abbonati.

LA SPEZIA - Spezia e Bari giocano bene un tempo ciascuno e alla fine è giusto il pareggio che lascia inalterate le posizioni di classifica, con i pugliesi avanti di due punti e spezzini che inanellano il quarto risultato utile consecutivo.
Il Bari gioca con una solo punta. Materazzi lascia solo in avanti Santoruvo, che gioca bene e cerca spesso il dialogo con i compagni tenendo alta squadra. Con questa tattica i pugliesi dominano per intero la prima frazione e parte della ripresa.
Lo Spezia si sveglia tardi. Viene rimesso in corsa dal brasiliano Do Prado, che al 23' del secondo tempo fulmina Gillet con una punizione dalla lunga distanza che finisce nell'angolo alto, ma è troppo tardi per sperare in qualcosa di più.
Fino a quel momento il Bari aveva avuto il dominio della partita e aveva portato diversi pericoli allo Spezia. Il gol del vantaggio di Santoruvo è arrivato in chiusura (al 42') grazie a un tocco vincente dell'attaccante che ha anticipato Dazzi in uscita. Poco prima c'era stata una palla gol sprecata da Rajcic (39') che tutto solo davanti al baby portiere spezzino ha tirato malamente a lato. In precedenza era stato pericoloso anche Stellini di testa su invito di Bonanni.
A inizio ripresa Gorzegno ha salvato il risultato fermando sulla linea un pallone dei biancorossi. Il Bari, ancora all' attaco, ha creato un'altra occasione con il solito Santoruvo ma Dazzi è uscito questa volta con il tempo giusto sull'attaccante lanciato a rete.
Lo spavento ha svegliato i padroni di casa. Do Prado dopo il pareggio ha servito a Eliakwu il pallone del raddoppio ma il nigeriano davanti al portiere ha tirato a lato. Dopo un minuto lo ha imitato Guidetti e gli spezzini hanno capito che quella di oggi era una giornata stregata.
Spezia e Bari è stata anche una sfida di ex. L'allenatore di casa Antonio Soda è stato attaccante del Bari mentre il direttore sportivo spezzino Fausto Pari in Puglia ha iniziato la sua carriera dirigenziale. L'amicizia tra le due tifoserie, scaturita lo scorso anno, ha suggella il pomeriggio di bel calcio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400