Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 21:53

Calcio - Aggressione giornalista, Manfredonia deferito

L'episodio risale al 25 maggio scorso, gara Manfredonia-Foggia di C/1: Antonio Di Donna venne aggredito sulle gradinate della Tribuna coperta dello stadio. Deciderà la Commissione nazionale disciplinare
Stadio di Manfredonia ROMA - Il Manfredonia, girone A della serie C1, è stato deferito per l'aggressione subita da un giornalista all'interno dello stadio, ad opera di alcuni sostenitori della squadra. «Al termine delle indagini - si legge nel comunicato della Figc - il procuratore federale Stefano Palazzi ha firmato il provvedimento a carico del Manfredonia per responsabilità oggettiva della società. L'episodio risale al 25 maggio scorso, gara Manfredonia-Foggia di C/1, e gli accertamenti della Figc scattarono sulla base delle cronache giornalistiche pubblicate da vari quotidiani. Secondo la relazione dell'Ufficio indagini federale, appena terminato l'incontro, il giornalista Antonio Di Donna venne aggredito sulle gradinate della Tribuna coperta dello stadio di Manfredonia mentre si recava in sala stampa, nelle vicinanze della zona spogliatoi». «E dunque - scrive Palazzi nella sua nota - durante la fase di deflusso del pubblico, quando il personale della squadra ospitante avrebbe dovuto vigilare». «Già durante la partita - si legge ancora nel deferimento - nella curva del Manfredonia erano apparsi "segnali minacciosi nei confronti del giornalista, tali da rendere ipotizzabile una situazione di pericolo che avrebbe dovuto indurre a una specifica vigilanza". Dalla testimonianza del dirigente del commissariato di Polizia di Manfredonia è risultato che gli aggressori erano sostenitori del Manfredonia, "successivamente destinatari di un provvedimento amministrativo Daspo". Di qui,la decisione del procuratore federale di deferire il Manfredonia alla Commissione disciplinare nazionale per responsabilità oggettiva derivante dal comportamento dei propri sostenitori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione