Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 15:08

Il Bari «scalda» Paparesta Sei gol al Gualdo

Il Bari «scalda» Paparesta Sei gol al Gualdo
DAVIDE LATTANZI
BARI  -Percorso netto per il Bari nella prima fase del ritiro a Roccaporena. Sotto gli occhi del presidente Gianluca Paparesta, i biancorossi surclassano di gol anche il Gualdo Casacastalda (formazione umbra che milita in serie D) ottenendo il terzo successo in altrettante amichevoli (alle quali va aggiunto il test in famiglia tra Bari A e Bari B, terminato 5-1). I galletti si impongono per 6-1 e di certo sarà rimasto soddisfatto Paparesta, giunto ieri in ritiro proprio in concomitanza con l’inizio della gara che ha seguito il match dall’alto, insieme ed al responsabile dell’area tecnica, Razvan Zamfir e al tecnico Davide Nicola. Che, dovendo fare a meno degli acciaccati Donkor, Gentsoglou, Caturano e Castrovilli, mischia un po’ le carte, continuando, però, a schierare la difesa composta da Guarna tra i pali, Sabelli, Tonucci, Contini e Gemiti. A centrocampo, Donati va in cabina di regia, con Romizi e Gomelt mezzali. Il tridente offensivo è formato da Sansone, Caputo e De Luca.

E proprio Caputo è il mattatore della prima frazione, scandita da una doppietta realizzata tra il 7’ e l’8’: la prima rete è di testa, la seconda con un pregevole pallonetto. Il bomber altamurano continua a segnare a ripetizione: le otto le reti realizzate in quattro amichevoli stanno ampliando il partito di tifosi contrari alla sua cessione, nonché la consapevolezza che potrebbe non essere semplice reperire un centravanti alla sua altezza. Il Gualdo, dal canto suo, oppone ben poca resistenza: il possesso di palla biancorosso è schiacciante al punto che i galletti lasciano l’impressione di cercare gli automatismi provati in allenamento piuttosto che umiliare l’avversario con una valanga di reti.

Vero è pure che la brillantezza è un po’ offuscata dai pesanti carichi di lavoro sostenuti negli ultimi giorni. Alla mezzora, Nicola decide di sperimentare pure il 4-2-3-1, ovvero l’altro schieramento su cui sta insistendo. Entrano, quindi, Galano e Boateng per Gomelt e De Luca: Donati e Romizi reggono la mediana, con Galano, Sansone e Boateng a sostegno di Caputo. Nella ripresa, il tecnico biancorosso mantiene lo stesso spartito tattico cambiando radicalmente la formazione. In porta c’è il croato Ivusic, in difesa Scalera, Salviato, Rada e Di Noia (provato terzino sinistro), a centrocampo Defendi, e Romizi (che dopo una ventina di minuti esce per far «rientrare» Gomelt), con Boateng, Galano e Nouvier a supporto di Partipilo, proposto negli inediti panni di punta centrale. Proprio il 21enne cresciuto nel vivaio barese ispira le reti di Boateng (per il 3-0) e di Galano che sigla il 4-0. Poi chiude la contesa con una doppietta messa a segno tra il 28’ ed il 32’. In chiusura di match, arriva il gol della bandiera del Gualdo, ad opera di Battistelli al 42’.

Il carnet delle amichevoli a Roccaporena si chiude qui. Martedì, i galletti torneranno in campo nella serata di gala al San Nicola, contro i francesi del Bastia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione