Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 06:13

Calcioscommesse Ex manager Bari «Partite regolari»

Calcioscommesse Ex manager Bari «Partite regolari»
BARI – "Nulla di strano o irregolare nelle partite con Salernitana e Treviso". Lo ha detto l’ex team manager del Bari, Luciano Tarantino, citato come testimone nel processo barese sul calcioscommesse relativo presunte partite truccate dei campionati di serie B 2007-2008 e 2008-2009, Salernitana-Bari (del 23 maggio 2009, finita 3-2) e Bari-Treviso (del 10 maggio 2008, finita 0-1) vendute dai biancorossi - secondo l’accusa – per complessivi 220mila euro.
Rispondendo alle domande dei difensori e del pm Giuseppe Dentamaro, Tarantino (la cui posizione è stata archiviata dalla Procura di Bari) ha ricordato in particolare l’incontro a Salerno.
"C'era un’aria di festa per il gemellaggio tra le tifoserie - ha detto in aula – ma in campo era guerra. Tutti giocarono la partita fino in fondo e Conte, come sempre, urlava dalla panchina incitando i calciatori".

Nel processo sono imputate 18 persone, tra le quali il capitano del Bari Francesco Caputo e il suo predecessore Jean Francois Gillet, oltre a dirigenti di Bari, Salernitana e Treviso, tutti accusati di concorso in frode sportiva. L'ex team manager biancorosso è stato l’unico testimone sentito oggi. La difesa ha rinunciato agli altri due testi citati, gli ex calciatori del Bari Emanuel Rivas e Paulo Vitor Barreto.

Per la prossima udienza del 17 luglio sono confermate le citazioni del ct della Nazionale Antonio Conte, che all’epoca dei fatti contestati nel processo era allenatore del Bari, dell’ex direttore sportivo Giorgio Perinetti e degli ex biancorossi Alessandro Gazzi e Andrea Ranocchia. Il Tribunale ha inoltre disposto l’accompagnamento coattivo per il ristoratore barese Cataldo Guarino, oggi assente ingiustificato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione