Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 06:43

Calcio/Serie B - Lecce batte Rimini

Tulli ha segnato al 91° minuto il gol decisivo che ha permesso alla squadra allenata da Papadopulo di superare 3-2, nello stadio "Neri" della città adriatica, la formazione di Acori
RIMINI - LECCE 2-3 (1-1 dopo la fine del 1° tempo)

• RIMINI (4-2-3-1): Pugliesi, Vitiello, Milone, Porchia (16' st Peccarisi), Regonesi, Cardinale, Cristiano (12' st Paraschiv), Pagano (40' st Catacchini), Ricchiuti, Valiani, Jeda. (16 Consigli, 3 Bravo, 9 Vantaggiato, 83 La Camera). All.: Acori.

• LECCE (3-5-2): Rosati, Schiavi, Diamutene, Esposito, De Almeyda (17' st Vives), Munari, Zanchetta, Ardito (35' st Lovrecic), Giuliatto, Valdes, Abbruscato (40' st Tulli). (99 Benussi, 4 Cottafava, 14 Fabiano, 15 Mihoubi). All.: Papadopulo.

• Arbitro: Orsato di Schio.

• Reti: nel pt 14' Esposito, 25' Valiani; nel st 7' Schiavi, 18' Jeda, 91' Tulli.
• Angoli: 9-7 per il Lecce.
• Recupero: 0' e 4'.
• Espulsi: nel st 1' Cardinale per doppia ammonizione, 49' Tulli per fallo di reazione.
• Ammoniti: Porchia, Schiavi e Tulli per condotta non regolamentare, Cardinale, Valdes, Ardito, Vives e Zanchetta per gioco scorretto, Abbruscato e Milone per simulazione.
• Spettatori: 7500 circa.
Raffaele Schiavi
• Il Lecce ha sbancato il "Neri" dopo una gara comandata dal Rimini nonostante l'inferiorità numerica dopo appena 35" della ripresa. Un gran risultato, visto che, a a parte i primi 20', ha giocato meglio la squadra di Acori. Ma il Lecce è stato bravo a sfruttare tre calci d'angolo, peraltro con la difesa di casa colpevole in tutte e tre le situazioni.
L'avvio è stato tutto di marca salentina, con De Almeyda e Giuliatto che sulle corsie esterne fermavano Valiani e Pagano mentre nel mezzo il trio Zanchetta, Ardito, Munari conquistava metri su metri. Una superiorità che si è concretizzata al 14': un colpo di testa in controtempo di Valdes è stata mandato in angolo da Pugliesi; dalla bandierina ha battuto lo stesso Valdes che sul secondo palo ha trovato la testa di Esposito.
Il Rimini ha replicato al 21' (palla deviata sulla traversa da Schiavi su botta di Ricchiuti) e al 23' (Pagano anticipato da Esposito davanti alla porta), e al 25' è arrivato al pareggio: Vitiello ha rubato l'ennesimo pallone e ha servito sul dischetto Valiani che di piatto, al volo, ha battuto Rosati. Il Lecce è stato costretto ad arretrare i due esterni, il centrocampo è rimasto sguarnito e al 31' Ricchiuti, solo davanti a Pagano, ha messo a lato.
In avvio di ripresa 'giallò per Cardinale per essere saltato con il pugno aperto sulla faccia di Munari, e il centrocampista, già ammonito, ha lasciato il Rimini in dieci. Acori ha spostato Valiani al centro, con Ricchiuti a sinistra e Jeda unica punta, ma il Lecce ha approfittato subito della superiorità numerica raddoppiando, ancora su un angolo con Schiavi che sul secondo palo ha superato Pugliesi di testa. Al 55' il Lecce ha sfiorato il 3-1 (Abbruscato ha sbagliato un gol già fatto) e ha poi dovuto incassare il pari al 63', quando Ricchiuti ha liberato con una magia Jeda è arrivato solo davanti a Rosati per poi batterlo di destro. Poi il Rimini ha continuato ad attaccare, ma al 91' è arrivata la beffa: Munari ha colpito la traversa, la palla è tornata in campo e sul tiro di Zanchetta, Peccarisi ha deviato per il terzo fatale angolo. Ha battuto di nuovo Valdes e Tulli ha superato per la terza volta un colpevole Pugliesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione