Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 04:21

Formula 1 - La Ferrari balla la samba

Felipe Massa sul circuito di San Paolo del Brasile, la sua patria, ottiene con la sua "rossa" la pole position per l'ultimo Gran premio della Stagione 2007 • Le classifiche prima della gara • La gara in tv RaiUno dalle ore 17,15 di domenica 21 ottobre
Automobilismo Formula 1 - Massa (Ferrari) SAN PAOLO (Brasile) - Felipe Massa ottiene la pole-position nel Gran Premio del Brasile, e la «torcida» che assiepa gli spalti del «Carlos Pace» di Interlagos esplode in una festa che il pilota paulista saluta con un giro in più che potrebbe fargli rischiare una multa visto che le qualifiche erano già concluse. Un gesto d'amore verso il proprio pubblico che non cancella l'eccellente prestazione del ferrarista che dopo essere stato il più veloce nel Q1 ha anche staccato il miglior tempo nel Q3 con quell'1'11"931 che gli vale appunto la partenza al palo nella gara di domenica. Massa in pole, quindi, tifosi brasiliani in festa e Ferrari che, però, sorride a metà. Kimi Raikkonen, infatti, l'unico che può ancora sperare di aggiudicarsi il titolo piloti è in seconda fila con il terzo tempo. Il finlandese si è messo dietro Fernando Alonso, e questo è un bene, ma in prima fila, al fianco del compagno di team c'è l'altro driver della McLaren, il più pericoloso, Lewis Hamilton, il leader della graduatoria iridata. Un risultato che è frutto di un paio di errori di Kimi nel giro buono alla terza e quarta curva, ma che ha trovato una giustificazione in casa Ferrari con l'accusa al 22enne pilota anglo-caraibico di aver ostacolato l'avversario mentre era nel suo giro lanciato. Per il muretto di Maranello, infatti, Hamilton, uscendo dai box avrebbe visto con la coda dell'occhio il sopraggiungere della «rossa» ed invece di allargare la traiettoria per lasciarlo passare, l'avrebbe stretto, mandandolo sul cordolo con il risultato di fargli perdere tre decimi importanti, proprio quelli che avrebbero consentito a Raikkonen di stargli davanti e di giocarsi forse anche la pole con il compagno di squadra. Insomma, anche in quest'ultimo appuntamento di una travagliata stagione 2007 le polemiche non mancano. In gara domani non è difficile attendersi una partenza incandescente, con i primi quattro che tenteranno di mantenere la posizione, per quanto riguarda Massa, e di guadagnarne qualcuna per gli altri tre. Speriamo solo che la gara più importante di tutto un anno non debba essere mortificata già alla prima staccata. Il Gran Premio del Brasile, infatti, domani, presenta tante incognite, prima tra tutte la durata delle gomme. L'asfalto nuovo di Interlagos è molto ruvido e sembra creare qualche problema agli pneumatici, su alcune vetture nelle prove di oggi si è vista la comparsa anche di qualche bolla. Sull'efficienza dei copertoni, quindi, domani si potrebbe decidere tutta una corsa ed un'intera stagione. Parlando delle qualifiche degli «altri», da segnalare la terza fila composta dalla RedBull di Mark Webber e dalla BMW di Nick Heidfeld. In quarta l'altra monoposto tedesca di Robert Kubica e la Toyota di Jarno Trulli. In quinta la seconda RedBull di Dave Coulthard e la Williams di Nico Rosberg. Fuori alla seconda manche, invece, gli altri due piloti italiani, con Giancarlo Fisichella 12° e Tonio Liuzzi 14°. A sorpresa non ha passato il Q1 Heikki Kovalainen. Il finlandese della Renault ha pagato un paio di errori di guida. In ultima fila le due Spyker di Sutil e Yamamoto, il team olandese dalla prossima stagione cambierà nome e si chiamerà Force India F1, dopo che il miliardario indiano l'ha rilevato dall'uomo d'affari olandese Michiel Mol. Uno dei possibili piloti per il 2008 potrebbe essere Ralf Schumacher che andrebbe a chiudere lì la propria carriera, per poi magari prendere il posto di team manager.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione