Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 16:19

Calcio/Bari - Trattativa fallita

Chiuso il confronto per la vendita della squadra fra la famiglia Matarrese (che ha chiesto 18 milioni di euro) e la cordata del Principato di Monaco composta da Cohen, Vedeo e Stancarone. La risposta del Bari
Cohen, Vedeo, Stancarone BARI - È finita a poche ore dall'incontro con i Matarrese avvenuto sabato pomeriggio. Subito dopo la partecipazione di Paolo Stancarone, - portavoce della cordata monegasca, interessata all'acquisto dell'A.S. Bari - alla trasmissione sportiva di un'emittente locale, il commercialista incaricato dai Matarrese, Emanuele Veneziani, ha chiesto un incontro (durato circa un'ora) all'antiquario barese, avvenuto alle 17,15 allo Sheraton Hotel, albergo del quartiere Poggiofranco di Bari.
«Veneziani - spiega Paolo Stancarone - ha detto che la richiesta per la vendita del Bari è di 18 milioni, quindici secondo la valutazione fatta dalla Società K.O.N. più tre milioni, che rappresentano il passivo stimato a partire dal 1° gennaio fino ad oggi. Sono molto amareggiato perché sembrava che la trattativa andasse in un'altra direzione. Non pensavamo di dover pagare anche i debiti correnti. Peraltro, erano già troppi i milioni di euro emersi dalla bozza della K.O.N. Valutare 11,5 milioni il parco giocatori mi sembra un'enormità. Santoruvo vale 2 milioni? Gillet, in scadenza di contratto, nel vale 300mila? Non abbiamo più tempo da perdere, ringraziamo il Bari e salutiamo i tifosi, davvero eccezionali con noi».
È stato Claude Cohen, chiamato telefonicamente da Stancarone, a interrompere definitivamente il sogno dei baresi.

G. Flavio Campanella

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione