Cerca

Motomondiale 2007 - Al Gp del Portogallo "pole" di Nicky Hayden

Sul circuito dell'Estoril "sorpresa" dello statunitense della Honda, campione del mondo 2006 • Per la classe 250 "pole position" dell'italiano Dovizioso (Honda) • Nella classe 125 parte primo l'italiano Pasini (Aprilia) • Le 3 gare domenica 16 settembre: diretta tv su Italia 1 a partire dalle ore 12,45
Motociclismo - Hayden (Honda) ESTORIL (Portogallo) - Tutti attendevano la quarta pole position consecutiva di un Casey Stoner ormai lanciato verso il suo primo titolo mondiale, invece, all'Estoril a rovinargli la festa ci pensa Nicky Hayden, anche se per soli 40 millesimi. Il campione del mondo «desaparecido», infatti, mette d'accordo i due litiganti di questa stagione 2007 della MotoGP ed infila una pole position davvero inattesa. Se qualcuno poteva immaginarsi una Repsol Honda Hrc davanti non era certo quella del ragazzo del Kentucky, bensì quella di Dani Pedrosa. Invece, Nicky si è ricordato per una volta di avere il numero 1 sul cupolino e si è messo dietro sia la Ducati Marlboro di Casey Stoner che la Fiat Yamaha di Valentino Rossi. Una prima fila inaspettata, quindi, domani, al via del GP del Portogallo.
Cosa possa fare Hayden? Difficile dirlo. Una sua vittoria sarebbe ancor più inattesa, anche perché, come ha detto lo stesso Rossi a fine qualifiche, spesso, Stoner, il sabato non esprime tutta la potenzialità della sua GP07 Desmosedici. Stoner accusa qualche problemino di messa a punto, ma è da credere che al via proverà subito a riprendersi la leadership per cercare di non mollarla più fino alla fine.
Valentino, invece, soffre un po' i curvoni di Estoril, soprattutto per le sue grandi leve, ma deve risolvere l'ancor più annoso problema delle gomme. Scherzando ha detto che le Michelin montate per le qualifiche che dovevano consentirgli due giri buoni, al primo non andavano ed al secondo erano già sulle tele.
Insomma, per il campione di Tavullia i problemi sono sempre gli stessi. Ma se la sua M1 non lo lascia a piedi, in gara, darà come sempre il massimo e rimanderà la festa di Casey Stoner. Valentino deve mantenere entro le due cifre il suo distacco dal giovane «canguro» della Ducati per sperare ancora nel miracolo o comunque rimandare al prossimo Grand Prix l'incoronazione del 21enne centauro australiano.

La classifica piloti dopo il Gp di San Marino

1) Casey Stoner (Australia) Ducati 271 punti
2) Valentino Rossi (Italia) Yamaha 186 punti
3) Dani Pedrosa (Spagna) Honda 168 punti
4) Chris Vermeulen (Austria) Suzuki, 144 punti
5) John Hopkins (Usa) Suzuki 140 punti
6) Marco Melandri (Italia) Honda 126 punti
7) Colin Edwards (Usa) Yamaha 100 punti
8) Loris Capirossi (Italia) Ducati 98 punti
9) Nicky Hayden (Usa) Honda 92 punti
10) Alex Barros (Brasile) Ducati 83 punti

La classifica costruttori dopo il Gp di San Marino
1) Ducati 283 punti
2) Honda 219 punti
3) Yamaha 213 punti
4) Suzuki 191 punti
5) Kawasaki 90 punti
6) KR212V 14 punti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400