Cerca

Formula 1 - McLaren a Monza: 2 auto in "pole" e avvisi di garanzia

Irrompe sul circuito del Gran Premio d'Italia la notizia degli atti inviati dalla Procura della Repubblica di Modena per la spy-story fra Ferrari (danneggiata) e McLaren/Mercedes (presunta colpevole). La corsa domenica 9 settembre, in diretta televisiva su RaiUno dalle ore 13,10 (gara dalle ore 14) • Le classifiche
Alonso - Formula 1 automobilismo Spionaggio
Per il caso di spionaggio industriale a danno della Scuderia Ferrari e a favore del team McLaren/Mercedes, la Procura di Modena ha inviato 7 avvisi di garanzia. In cima alla lista degli indagati - per i reati di frode sportiva e appropriazione indebita - il team manager della McLaren, Ron Dennis, e l'ex capo meccanico della Ferrari, Nigel Stepney (quest'ultimo, secondo l'accusa, passò al capo dei disegnatori della McLaren Mike Coughlan,destinatario anche lui del provvedimento, il dossier di 800 pagine con i segreti di Maranello).

Il Gran premio di Monza
La McLaren - Mercedes domina la scena a Monza e non solo in pista. Fernando Alonso ottiene la pole position e Lewis Hamilton gli partirà al fianco con il secondo tempo ed un ritardo di soli 37 millesimi. Le Ferrari? Seconda fila e terzo tempo per Felipe Massa a cinque decimi e mezzo e terza fila e quinto tempo per Kimi Raikkonen a 1"2 dall'1'21"997 ottenuto dall'asturiano. Il finlandese «paga», sicuramente il «crash» delle libere del mattino che ha distrutto la sua vettura di gara. Kimi, infatti, ha girato con la «t-car» sul quale è stato montato il propulsore di quella danneggiata per non pagare la penalizzazione di dieci posizioni sulla griglia per la sostituzione del motore. Insomma un sabato in salita per le «rosse» di Maranello.
Ma se la cronaca riserva più dolori che gioie alla banda del Cavallino rampante, le storie di spionaggio e le eventuali pesanti conseguenze per la McLaren riempiono i taccuini dei cronisti sportivi e non, presenti all'Autodromo nazionale. Al paddock di Monza, infatti, oggi non si parlava altro che di questa e.mail tra de la Rosa ed Alonso in cui si faceva cenno al dossier della F2007 in possesso della McLaren che ne avrebbe sfruttato alcuni dati a proprio vantaggio.
Se ciò fosse comprovato nella riunione del 13 settembre a Parigi del Consiglio Mondiale della Fia, questa volta non è possibile che la scuderia di Woking si salvi per insufficienza di prove, visto che quelle portate da Alonso, seppur involontariamente, sarebbero prove schiaccianti del comportamento doloso di Ron Dennis e dei suoi collaboratori.
In caso di squalifica o penalizzazione della McLaren, ovviamente, Fernando Alonso non sarebbe più gradito all'interno del team anglo-germanico ed ecco che si scatenerebbe una girandola di seggiolini per un mercato piloti innescato dal passaggio del campione di Oviedo dalla McLaren all'amata Renault.
Flavio Briatore, secondo i «rumors» di «radio box», starebbe già cercando di piazzare Heikki Kovalainen alla Toyota, non rinnoverebbe il contratto a Fisichella e metterebbe al fianco di Alonso il figlio di Nelson Piquet, promuovendolo da terzo a secondo pilota. «Fisico», lasciato a piedi dalla Renault dovrebbe accasarsi alla Williams che a sua volta perderebbe Nico Rosberg, pronto a saltare al volante della Mclaren lasciato vuoto da Alonso. Tutto ciò sempre che la Mclaren non venga squalificata per questa e la prossima stagione. In quel caso c'è chi dice che Alonso potrebbe prendersi un anno sabbatico, restando fermo nel 2008 per poi passare alla Ferrari nel 2009. Insomma, fantamercato o quasi. Certamente la «spy story» che coinvolge a questo punto non solo Ron Dennis, Mike Coughlan ed altri tecnici della McLaren si è allargata ed aggravata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400