Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:29

Calcio/Serie B - Rimini amara per il Bari

Seconda sconfitta di inizio campionato - nella 2ª giornata di andata - per il Bari di Giuseppe Materazzi a Rimini, sconfitto 2-1. Domenica prossima, al San Nicola è in calendario il match contro il Vicenza • Tutti i risultati della 2ª giornata di andata • La classifica provvisoria • La classifica cannonieri • Le partite del prossimo turno
Calcio Bari - Giuseppe Materazzi RIMINI - BARI 2-1 (1-1 dopo la fine del 1° tempo)

• RIMINI (4-2-3-1): Consigli, Vitiello, Milone, Porchia, Regonesi, Cristiano, Paraschiv (18' st Catacchini), Pagano (40' st Rinaldi), Ricchiuti, Valiani, Jeda. (1 Pugliesi, 8 Lunardini, 18 Palermo, 21 Peccarisi, 99 Docente). All. Acori.

• BARI (4-3-2-1): Gillet, Ladino, Belmonte (32' st Esposito), Ingrosso, Antonelli, Galasso, Gazzi, Rajcic, Lanzafame (20' st Gabbiani), Donda, Santoruvo. (23 Spadavecchia, 10 Carozza, 11 Ganci, 30 Sergeant, 77 Bonanni). All. Materazzi.

Arbitro: Ciampi di Roma.

Reti: nel pt 7' Lanzafame, 29' Jeda (rig.); nel st 44' Regonesi.
Angoli: 6-6
Recupero: 3' e 5'
Espulsi: nel st 13' Vitiello per doppia ammonizione, 50' Valiani per fallo violento su Rajcic.
Ammoniti: Santoruvo, Vitiello e Gazzi per gioco scorretto, Antonelli per condotta non regolamentare.
Spettatori: 6000

- Più con il cuore che con il gioco. Il Rimini ha battuto un Bari che per 95' ha fatto faticare i biancorossi venendo punito solo da un grande sinistro di Regonesi al primo gol con la maglia romagnola.
Soprattutto nel primo tempo i pugliesi hanno fatto quello che volevano grazie a un centrocampo in costante superiorità numerica che ha costretto la mediana riminese a stare molto bassa, incapace di uscire dal pressing asfissiante. E al primo affondo il Bari è passato: Santoruvo ha recuperato palla sulla propria trequarti e ha lanciato in verticale per Lanzafame che è entrato in area e di destro in diagonale ha battuto Consigli. Poi il Bari ha continuato a spingere anche perché Gazzi e Donda sono diventati i padroni del centrocampo mentre Lanzafame e Rajcic dominavano sulle fasce. Rimini quindi costretto a difendersi ma poi capace di arrivare al pareggio al 29': sugli sviluppi di una punizione, Vitiello è stato steso in area da Ingrosso e dal dischetto Jeda non ha sbagliato. Così quelli di casa hanno preso coraggio e al 31' hanno sfiorato l'uno-due con Valiani che, solo davanti a Gillet, si è fatto rimpallare il tiro.
Nella ripresa, però, i biancorossi si sono trasformati, tanto che al 2' e all'8' Ricchiuti e Vitiello non hanno trovato il vantaggio per un nulla. Al 13' Vitiello si è fatto ammonire per la seconda volta e Acori ha richiamato Paraschiv per inserire Catacchini a destra, con Valiani spostato a centrocampo. Il Bari in questa fase ha replicato solo in contropiede e al 33' Donda ha chiamato Consigli a una gran parata. È stato l'ultimo fuoco pugliese, poi al 44' Regonesi ha fatto esplodere il "Neri" con un gran tiro vincenrte. Poi c'è stato solo un altro cartellino rosso per Valiani.

- Gli steward del Rimini sono intervenuti nel primo tempo della partita col Bari nella curva occupata dai tifosi pugliesi per far togliere alcuni striscioni giudicati offensivi, e questo ha creato un breve parapiglia.
Alcuni steward sono stati malmenati, ma senza conseguenze gravi, e l'intervento della Polizia ha poi riportato la calma.
La ripresa è poi iniziata con cinque minuti di ritardo, dopo che dall'altoparlante era stato annunciato che il secondo tempo non avrebbe avuto inizio se i tifosi baresi non avessero tolto un paio di striscioni, peraltro senza scritte offensive.
I sostenitori ospiti non hanno ubbidito, ma poi la partita è ricominciata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione