Cerca

Calcio - Cassano giocherà nella Samp

Colpo di scena ferragostano: il ragazzo terribile di Bari vecchia lascia il Real Madrid e torna a giocare in Italia, nella Sampdoria. Stipendio ridotto e ora sogna la nazionale
ROMA - Riecco il ragazzino terribile di Bari Vecchia, pronto a far impazzire con le sue invenzioni in campo e fuori: la Sampdoria l'ha spuntata a Madrid, lui si è autoridotto lo stipendio 'Real' pur di ricominciare ancora una volta, a 23 anni. I tifosi blucerchiati e, in prospettiva, della squadra azzurra, sperano di ritrovare, finalmente, un ragazzo cresciuto e più maturo.
Beppe Marotta, ad della Sampdoria, ha colpito nel segno: Cassano, pagato in gran parte dal Real Madrid (su 5,5 milioni di stipendio la Samp ne sborserà soltanto 1,2), andrà a far coppia con Vincenzo Montella, pagato più dalla Roma che dai blucerchiati. Un attacco niente male, se si pensa che oltre ai due c'è Caracciolo, l''Aironè, in cerca di riscatto. Il sogno che aleggia su Marassi è di replicare i fasti della Samp campione, dove Vialli e Mancini - pur non arrivando ai picchi di Cassano - erano gli 'enfants terribles' in campo e nello spogliatoio.

A Milano si aspetta Ronaldinho che - sembra - verrà, anche se non subito ma solo fra un anno. Il Milan ringrazia e - assicura Carlo Ancelotti - lo aspetta «a braccia aperte». Se non si può fare adesso per il fuoriclasse brasiliano, i rossoneri sfidano l'Inter per Emerson, visto che il Real ha ormai presentato i suoi due olandesi, Drenthe e Sneijder. La presentazione ufficiale, con tanto di maglietta dei merengues, dei due acquisti olandesi Royston Drenthe e Wesley Sneijder, dovrebbe dare il via libera a una serie di movimenti nei quali sperano diverse squadre italiane. Ancora Milan: se non ce la farà per Thiago Motta del Barcellona (rifiutati 4 milioni di euro), Ancelotti punterà con decisione su Emerson, vecchia conoscenza del calcio italiano ritenuto a Madrid uomo di Capello, sul quale, però, potrebbe scatenarsi uno dei tanti derby milanesi: Roberto Mancini, infatti, non avrebbe rinunciato al Puma, che stima moltissimo e ritiene ideale per il centrocampo nerazzurro. Anche da Roma, sponda giallorossa, si è tirato un sospiro di sollievo agli annunci ufficiali dei due olandesi del Real, dal momento che si ritiene che i due grossi nomi garantiscano il via libera a Cicinho, il laterale brasiliano chiesto da Spalletti. Se si farà, sarà per dopo Ferragosto, anche perchè la Roma non sembra voler superare l'offerta di 7 milioni di euro.
Fra le notizie del giorno, scambio fra Parma e Udinese: ai gialloblù è andato Damiano Zenoni, mentre in Friuli si è convinto a trasferirsi il difensore Damiano Ferronetti.
La giornata del mercato miliardario del calcio, però, è idealmente dominata dalla storia del diciannovenne inglese Duncan Williams, l'antiBeckham. Molto dotato, ha ricevuto allettanti offerte da squadre della Premier League come Everton, Middlesbrough e Bolton. Ma lui niente, vuole rimanere a giocare sulla fascia di centrocampo con gli amici del Garforth, la squadretta di Prima categoria in cui è nato e cresciuto. Perchè? Lui ribalta la domanda: «e perchè mai dovrei essere pagato per giocare a pallone? Non è giusto prendere uno stipendio per divertirsi quando c'è gente che viene uccisa nel mondo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400