Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:53

Il caso Ganci non è chiuso. Materazzi: «Il tempo dirà»

Prima una intemperanza del giocatore, poi il rimprovero del tecnico, quindi l'esclusione dalla partitella con il Bassano, infine il presunto chiarimento. Tutto lasciava presagire la positiva risoluzione della lite in famiglia. Invece: «Un giocatore indisciplinato non mi interessa». Poi: «La rosa? È completa»
BARI - La querelle tra l'attaccante barese Ganci e il tecnico Materazzi non è affatto conclusa. Una intemperanza del giocatore, il rimprovero del tecnico, l'esclusione dalla partitella con il Bassano, poi il presunto chiarimento: tutto lasciava presagire la positiva risoluzione della lite in famiglia. «Il tempo dirà. Pretendo - argomenta con decisione l'allenatore di Arborea - dagli atleti comportamenti idonei. Dall'inizio alla fine. Ganci deve dimostrare di comportarsi con rispetto. Un giocatore indisciplinato non mi interessa». Parole dure, chiare e definitive. O cambia atteggiamento, o l'ex piacentino è destinato ad andare a cercar fortuna altrove (e la cessione sarebbe un passo obbligato).
Seconda grana in attacco, dopo il caso Vantaggiato. Con l'ingaggio del difensore argentino Ladino sembrano escludersi altri movimenti di mercato. «La rosa è completata - spiega Materazzi - ma se ci saranno le condizioni potremmo ancora migliorare l'organico. Il creativo Capone? Lo conosco benissimo, ma al momento non ci sono le condizioni per chiudere questa operazione». Sulla inquetudine della piazza barese, il tecnico afferma che potrebbe pregiudicare in partenza la nuova avventura. «Mi dispiacerebbe se i tifosi dovessero disertare le nostre prime esibizioni. Ma dobbiamo essere bravi nel riconquistare - ribatte - il pubblico con il gioco e i risultati. Il calore dello stadio sarà determinante per i nostri risultati. Con un clima negativo difficile andare lontano. Lo scetticismo ci può stare, ma il disfattismo di alcune frange non è ammissibile. Anche perchè danneggia la squadra».
L'ultima nota del tecnico riguarda Ingrosso: «L'ex foggiano rimarrà con noi. Può giocare sia da marcatore che da laterale sinistro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione