Cerca

Formula 1 - La McLaren per ora non colpevole

Questa la conclusione comunicata dalla Federazione automobilistica internazionale al termine dell'udienza del Consiglio Mondiale svoltasi a Parigi sulla vicenda dello spionaggio tra Ferrari e scuderia britannica. Insufficienza di prove, ma tutto potrebbe tornare in discussione. Ferrari infuriata
PARIGI - La McLaren non è colpevole. Questa la conclusione comunicata dalla Fia al termine dell'udienza del Consiglio Mondiale svoltasi a Parigi sulla vicenda dello spionaggio tra Ferrari e scuderia britannica. La scuderia anglo-tedesca ha evitato una sanzione immediata.
Nel comunicato ufficiale diffuso al termine dell'udienza, la Fia sottolinea che «la McLaren era in possesso di informazioni confidenziali in violazione dell' art.151» ma aggiunge che «nello stesso momento c'è una insufficienza di prove che queste informazioni siano state usate in qualunque maniera per interferire impropriamente con il mondiale quindi è impossibile stabilire delle penalizzazionì».
Il consiglio mondiale della federazione sottolinea ancora che «se in futuro emergerà che queste informazioni sono state usate ai danni del campionato ci riserviamo come consiglio mondiale della federazione di invitare di nuovo davanti a noi la McLaren che dovrà fronteggiare la possibilità di esclusione non solo dalla stagione 2007 ma anche in quella del 2008».
Nell'ultimo capoverso del comunicato il consiglio mondiale della Fia invita Nigel Stepney (ex Ferrari) e Mike Coughlan (McLaren) a «spiegare le ragioni per cui non dovrebbero essere allontanati dall'International Motosport per un periodo lungo». Il consiglio mondiale ha delegato il dipartimento legale della Fia ad occuparsi di questa materia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400