Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 19:52

Formula 1 - Alonso beffa Massa nel GP di Germania

Lo spagnolo (campione del mondo 2005 e 2006 con la Renault) vince il Gp d'Europa, superando sul finire la Ferrari del brasiliano, ed è a due punti dal leader della classifica, il britannico Hamilton (9°). Fuori Raikkonen per problemi tecnici • Le prossime gare
Gp NÜRBURGRING - Formula 1 Automobilismo NÜRBURGRING (Germania) - La pioggia è stata protagonista del Gp d'Europa che, al termine di un duello molto serrato, ha visto prevalere, nei giri finali, la McLaren-Mercedes di Fernando Alonso, davanti alla Ferrari di Felipe Massa. Il sorpasso decisivo è avvenuto a cinque giri dal termine, con un contatto in curva che ha dato il via libera allo spagnolo. Dopo la gara c'è stato un battibecco proprio tra i due protagonisti, Alonso e Massa, con il brasiliano molto arrabbiato per quanto accaduto in pista e per alcune frasi dello spagnolo.
Con questa vittoria sul circuito del Nürburgring, Alonso sale a tre successi stagionali, dopo Malesia e Montecarlo, e accorcia le distanze in classifica dal suo compagno di scuderia e leader del Mondiale, Lewis Hamilton, giunto al nono posto e fuori dai punti, per la prima volta in questa sua prima stagione, dove era arrivato sempre sul podio.
Chi si dispera è la Ferrari che ha perso per un problema idraulico Kimi Raikkonen, quando era al terzo posto, e ha visto beffato Massa a pochi giri dal termine.
La McLaren resta così saldamente in testa al mondiale con 138 punti contro i 111 della Ferrari, ma ora le attenzioni si concentrano sul Consiglio Mondiale della Fia che giovedì prenderà una decisione sull'ormai famosa spy story.

La partenza della gara è stata spettacolare per le particolari condizioni climatiche. Poco prima del via è iniziato a piovere insistentemente. La Ferrari di Raikkonen, partita dalla pole, riesce a mantenere il comando davanti al compagno Felipe Massa. Terza la McLaren di Fernando Alonso, con un grande recupero dell'altra McLaren di Lewis Hamilton.
La Ferrari di Massa, a causa della pioggia, rientra subito ai box insieme ad Alonso e tutti gli altri piloti, mentre Raikkonen rimane in pista, anche se aveva imboccato la corsia dei box, ma poi ne è uscito lasciando spazio al compagno di scuderia. Dopo tre giri c'è una vera e propria ecatombe di stop forzati, nonostante il cambio gomme, per la pioggia che scende copiosa. La McLaren di Hamilton esce di pista insieme ad altre quattro vetture, ma l'inglese viene aiutato da un mezzo di soccorso potendo ripartire avendo ancora il motore acceso.
I commissari di gara poi fanno prima entrare la safety-car e poi espongono la bandiera rossa di gara sospesa. A questo punto le vetture tornano sulla griglia di partenza, dopo che sono stati percorsi quattro giri, per un secondo via. A sorpresa, la Spyker di Winkelhock, alla sua prima gara in F1, si trova in prima posizione, davanti al ferrarista Felipe Massa e alla McLaren di Fernando Alonso. Settima posizione per la rossa di Kimi Raikkonen, con Lewis Hamilton che riparte dall'ultima posizione. Fuori gioco Button, Sutil, Rosberg, Speed e Liuzzi.
La nuova partenza del Gp d'Europa avviene dietro la safety-car, con la Ferrari di Massa e la McLaren di Alonso che superano la Spyker di Winkelhock, ripartita davanti a tutti, alla prima curva. Alla McLaren di Hamilton viene consentito di rientrare ai box, mettere le gomme d'asciutto, sdoppiarsi e accodarsi anche lui in ultima posizione dietro la safety car. Intorno all'11° giro girandola di soste ai box per mettere le gomme d'asciutto con Massa che resta in testa davanti ad Alonso.
Al 19° giro collisione tra Ralf Shumacher e Nick Heidfeld alla curva Coca Cola, con Ralf che resta fermo nella ghiaia e scende dalla macchina nervosissimo. È stata aperta un'indagine sull'incidente. La gara sembra filare liscia, ma al 34° giro la Ferrari di Kimi Raikkonen si ferma lungo il percorso. Il finlandese accusa problemi idraulici alla sua vettura. Il pilota della Ferrari al 36° giro riesce a guadagnare la corsia dei box, ma il ritiro è inevitabile.
I colpi di scena non sono però terminati. Ad 8 giri dal termine ricomincia a piovere insistentemente e le vetture di tutte le scuderie iniziano a rientrare ai box per cambiare nuovamente le gomme. Dopo la
sosta Massa è sempre in testa davanti ad Alonso. La McLaren però
sembra molto più veloce con le gomme da bagnato, e ad appena 5 giri
dalla fine Alonso di forza, sotto la pioggia, anche con un contatto in curva, riesce a superare la Ferrari di Massa, dopo una serie di tentativi.
La McLaren-Mercedes di Alonso vince quindi il Gp d'Europa, decima prova del mondiale di F1, davanti alla Ferrari di Felipe Massa e alla RedBull di Mark Weber. Solo quarto posto per la Williams di Alexander Wurz che fino alla fine ha sperato di conquistare il gradino più basso del podio. Quinta posizione per l'altra RedBull di David Coulthard, sesto posto per la Bmw di Nick Heidfeld, settima l'altra Bmw di Robert Kubica e ottava la Renault di Heikki Kovalainen che riesce a tenersi dietro Hamilton, al via regolarmente dopo l'incidente delle qualifiche, che ha chiuso al nono posto, fuori dalla zona punti, ma che resta il leader del mondiale. Male gli italiani, decimo posto per la Renault di Giancarlo Fisichella e 13° per la Toyota di Jarno Trulli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione