Cerca

Formula 1 / Gp di Germania - Raikkonen in pole. Incidente per Hamilton

Il ferrarista precede Alonso e Massa nelle qualifiche del GP d'Europa. Sul finire della terza manche, le prove sono state sospese dopo che la McLaren dell'inglese è andata a impattare contro le protezioni. Portato in ambulanza, le sue condizioni non sono gravi. Domenica dovrebbe partire regolarmente Diretta televisiva su RaiUno dalle ore 13,10 (gara dalle ore 14) • La classifica
HamiltonNUERBURGRING (GERMANIA) - La pole position e la paura, il momento d'oro e il primo spavento, il sogno della terza vittoria di fila e la speranza di poterci essere. Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton sono le due facce della stessa medaglia. Da un lato il ferrarista, che dopo i successi di Magny Cours e Silverstone punta decisamente al tris grazie alla seconda pole della stagione (la prima era stata in Australia dove poi ha vinto) che gli consentirà domani di partire davanti a tutti sul circuito del Nuerburgring per il Gran Premio d'Europa. Dall'altro l'anglo-caraibico, leader della classifica mondiale e sempre sul podio quest'anno, al primo vero incidente della sua giovane carriera in Formula Uno. Vedere la sua McLaren Mercedes tirare dritto in curva, fino a sbattere contro la barriera protettiva di pneumatici, è stata un'immagine drammatica, che ha fatto spaventare tutti e che ha riportato alla mente altri brutti ricordi. Niente di grave fortunatamente, tanto che il pilota britannico è uscito da solo dall'abitacolo e, anche se frastornato, ha subito rassicurato tutti sulle sue condizioni. Poi le cure del caso ma anche dal medical center del Nuerburgring sono arrivate buone notizie: «è cosciente, non si è rotto nulla e non ha dolori», ha confermato Ron Dennis, che spera ora di avere domani Hamilton al via. «E' questione di controllare bene tutto, di osservare bene il suo stato di salute - ha aggiunto - Domani c'è la possibilità che corra ma è ancora presto per decidere».
Se Hamilton ce la farà, come è probabile, partirà dal decimo posto, otto posizioni dietro il suo compagno Fernando Alonso, capace di inserirsi in prima fila tra le due Ferrari. Quello di oggi è stato il primo vero problema della McLaren Mercedes in questa stagione, anche se dal team di Woking hanno tenuto subito a precisare che il cedimento della gomma anteriore destra che ha provocato l'incidente è stato causato da un cattivo fissaggio della ruota nell'ultimo pit stop effettuato dal pilota e non da un problema strutturale. L'incidente, con le qualifiche sospese per più di un quarto d'ora con cinque minuti alla fine, ha fatto passare in secondo piano la bella performance di Raikkonen, che dopo aver dominato le libere di ieri pomeriggio e di questa mattina, ha fatto di nuovo la voce grossa. Il finlandese sembra aver finalmente trovato l'intesa perfetta con la Rossa e l'ennesima dimostrazione è arrivata con la pole di oggi, ottenuta rifilando quasi tre decimi ad Alonso, che vista la preoccupazione per quanto accaduto al compagno di scuderia non può non essere pienamente soddisfatto del secondo tempo. Subito dietro ci sarà Felipe Massa, che nella seconda manche delle qualifiche aveva messo in fila tutti ma che nel dentro o fuori dell'ultima frazione non è riuscito a ripetersi. Il distacco da Raikkonen (1'31778 contro l'1'31450 del finlandese) non è un buon segno ma il brasiliano è sempre pronto a sorprendere.
Per il resto bene le BMW, con Heidfeld e Kubica rispettivamente al quarto e quinto posto in griglia, ma si difendono anche le Toyota, con Trulli e Schumacher capaci ancora una volta di arrivare all'ultima manche delle qualifiche. Le sorprese in negativo le regalano invece Rosberg, che partirà con Wurz dalla sesta fila, e Fisichella, eliminato nella seconda frazione e fermo al 13^ tempo: per il pilota romano si annuncia una gara in salita. Non se la passa meglio Vitantonio Liuzzi (19^) mentre l'esordiente Markus Winkelhock, che ha preso il posto di Albers sulla Spyker, non debutta benissimo: ultimo posto in griglia a quasi quattro secondi e mezzo da Raikkonen.

Griglia di partenza del Gp d'Europa, decima prova del Mondiale di Formula 1, in programma domani sul circuito del Nuerburgring

- Prima fila

Kimi Raikkonen (Fin/Ferrari) 1'31"450 (media: 202,655 km/h)
Fernando Alonso (Spa/McLaren-Mercedes) 1'31"741

- Seconda fila

Felipe Massa (Bra/Ferrari) 1'31"778
Nick Heidfeld (Ger/Bmw Sauber) 1'31"840

- Terza fila

Robert Kubica (Pol/Bmw Sauber) 1'32"123
Mark Webber (Aus/Red Bull) 1'32"476

- Quarta fila

Heikki Kovalainen (Fin/Renault) 1'32"478
Jarno Trulli (Ita/Toyota) 1'32"501

- Quinta fila

Ralf Schumacher (Ger/Toyota) 1'32"570
Lewis Hamilton (Gbr/McLaren-Mercedes) 1'33"833

- Sesta fila

Nico Rosberg (Ger/Williams) 1'31"978
Alexander Wurz (Aus/Williams) 1'31"996

- Settima fila

Giancarlo Fisichella (Ita/Renault) 1'32"010
Rubens Barrichello (Bra/Honda) 1'32"221

- Ottava fila

Anthony Davidson (Gbr/Super Aguri) 1'32"451
Takuma Sato (Gia/Super Aguri) 1'32"838

- Nona fila

Jenson Button (Gbr/Honda) 1'32"983
Scott Speed (Usa/Toro Rosso) 1'33"038

- Decima Fila

Vitantonio Liuzzi (Ita/Toro Rosso) 1'33"148
David Coulthard (Gbr/Red Bull) 1'33"151

- Undicesima fila

Adrian Sutil (Ger/Spyker-Ferrari) 1'34"500
Markus Winkelhock (Ger/Spyker-Ferrari 1'35"940

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400