Cerca

Motomondiale - Stoner c'è, Rossi no

L'australiano della Ducati partirà in pole nel Gp di Germania, decima prova stagionale di Motogp (diretta su Italia1 dalle 14). Poi Pedrosa e Melandri. Il Dottore (su Yamaha) partirà dalla seconda fila (sesta posizione). Nella classe 250, Kallio partirà davanti a tutti. Talmacsi il più veloce nella 125
Motomondiale - Stoner (Ducati)SACHSENRING (GERMANIA) - Casey Stoner c'è, Rossi no. E' questo il verdetto emerso dopo le qualifiche del Gp di Germania, decima prova stagionale di Motogp. Certo la gara è un'altra cosa e le carte in tavola possono essere cambiate, ma l'australiano della Ducati sembra partire con una marcia in più. Non solo la sua moto è puntuale e precisa come un orologio svizzero, ma il pilota della rossa sembra di volta in volta migliorare. Stoner acquista maggiore consapevolezza nei propri mezzi e non soffre di alcun tipo di pressione o timore reverenziale nei confronti del suo principale avversario che per quanto fatto vedere in qualiifca ha certamente qualche problemino. Le gomme non rassicurano Rossi che però è abituato alle rimonte e partire dalla seconda fila, dalla sesta posizione, per lui non sarà un problema se la moto lo assisterà. Certo il circuito di Sachsenring è stretto e non si offre molto ai sorpassi e questo sarà un fattore da tenere comunque in considerazione. Una pole strappata per pochi millesimi quella di Casey Stoner, visto che Pedrosa ha girato solo 4 millesimi in meno e Marco Melandri a 13 secondi. Lo spagnolo della Repsol Honda terzo in classifica punta a recuperare terreno in Germania e soprattutto alla partenza cercherà di rendere le cose più difficili all'attuale leader.
Le premesse per un testa a testa interessante ci sono tutti. E fa piacere rivedre in alto il nostro Marco Melandri che sembra aver superato i problemi delle settimane passate con la sua Honda Gresini. Un Melandri così può certamente giocarsi le sue carte per la vittoria, anche se la concorrenza è piuttosto agguerrita. Ad aprire la seconda fila, quella che vede in coda Valentino Rossi, sarà il francese della Kawasaki Randy de Puniet seguito dall'americano della Suzuki John Hopkins. Solo settimo Loris Capirossi che nelle libere della mattina aveva fatto ben sperare girando con tempi molto vicini a quelli del suo compagno Stoner. Il distacco di 231 millesimi non è eccessivo dopo una sessione di qualifiche in cui tutti i piloti si sono mantenuti piuttosto vicini.
Nella 250 la pole va a Mika Kallio. Il finlandese della KTM l'ha ottenuta facendo registrare il tempo di 1'24"413 davanti alla Honda di Andrea Dovizioso, staccato di 230 millesimi. Per Kallio, al debutto nella quarto di litro, è anche la prima pole stagionale. Terzo tempo per l'Aprilia del sammarinese Alex De Angelis, mentre l'attuale leader della classifica e campione in carica Jorge Lorenzo è quarto a chiudere la prima fila. La gara tedesca potrebbe consentire a Dovizioso di recuperare terreno.
Nella 125 terza pole stagionale per Gabor Talmacsi. Il pilota dell'Aprilia ha anche migliorato il suo stesso miglior tempo ottenuto nelle prime qualifiche fermando il cronometro a 1'26"839. Un dominio quello dell'ungherese nei confronti della concorrenza. Questa volta Mattia Pasini, già autore di 6 pole in questo campionato, deve accontentarsi di partire secondo, finendo staccato di 416 millesimi. Terzo tempo per il leader della classifica Hector Faubel, mentre a completare la prima fila c'è Bradley Smith, su Honda, reduce dalla brutta botta di Assen. Ad aprire la seconda fila è Lukas Pesek quinto davanti all'idolo locale Sandro Cortese (Aprilia).

La griglia di partenza del Gran Premio di Germania classe MotoGp, decima prova del Mondiale di categoria in programma domenica sul circuito del Sachsenring

1. Casey Stoner (Aus) Ducati, 1'22"384;
2. Daniel Pedrosa (Spa) Honda, 1'22"388;
3. Marco Melandri (Ita) Honda, 1'22"397;
4. Randy De Puniet (Fra) Kawasaki, 1'22"539;
5. John Hopkins (Usa) Suzuki, 1'22"561;
6. Valentino Rossi (Ita) Yamaha, 1'22"605;
7. Loris Capirossi (Ita) Ducati, 1'22"615;
8. Alex Barros (Bra) Ducati, 1'22"897;
9. Sylvain Guintoli (Fra) Yamaha, 1'22"958;
10. Shinya Nakano (Jpn) Honda, 1'22"969;
11. Chris Vermeulen (Aus) Suzuki, 1'23"039;
12. Anthony West (Aus) Kawasaki, 1'23"056;
13. Colin Edwards (Usa) Yamaha, 1'23"030;
14. Nicky Hayden (Usa) Honda, 1'23"151;
15. Carlos Checa (Spa) Honda, 1'23"182;
16. Alex Hofmann (Ger) Ducati, 1'23"199;
17. Michel Fabrizio (Ita) Honda, 1'23"491;
18. Makoto Tamada (Jpn) Yamaha, 1'23"744;
19. Kurtis Roberts (Usa) KR212V, 1'24"209.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400