Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 10:45

Ciclismo - Piepoli, fase di stallo

Il laboratorio antidoping di Barcellona non è stato in grado di produrre delle conclusioni in merito al caso di non negatività al salbutamolo del ciclisto pugliese riscontrato dopo il secondo posto nella 17esima tappa dell'ultimo Giro d'Italia. Piepoli verrà comunque messo sotto inchiesta
MILANO - Il laboratorio antidoping di Barcellona non è stato in grado di produrre delle conclusioni in merito al caso di "non negatività" al salbutamolo di Leonardo Piepoli riscontrato dopo il secondo posto nella diciassettesima tappa dell'ultimo Giro d'Italia. Lo ha comunicato l'Unione ciclistica internazionale al team di Piepoli, la Saunier Duval. Piepoli verrà comunque messo sotto inchiesta, «ma prima di agire dobbiamo attendere quale federazione avrà la competenza», ha detto Mario Pugliese, portavoce della Saunier Duval, all'Associated Press. Piepoli, infatti, è residente a Montecarlo e potrebbe essere messo sotto inchiesta dalla federazione francese o da quella italiana. «Per noi non fa nessuna differenza», ha detto Pugliese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione