Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 02:21

Vela - Volvo Cup: 4ª tappa e vittoria finale al Billo Baccani Challenge

Furio Monaco, velista per passione, ha stupito tutti imponendosi nel campionato italiano Melges 24. Sul podio due team inglesi: Xcellent timonato da John Pollard, terzo il Barbarians di Jamie Lea. Solo sesto Lorenzo Bressani su Alfa Spider (giunto a Bari da capolista del circuito), tredicesimo Montefusco
BARI - Quarantaquattro equipaggi, 250 atleti, 4 giorni di regate e 5 prove disputate. Questi i numeri della terza edizione a Bari della Volvo Cup 2007 - Campionato italiano Melges 24, da tutti definita un successo per efficienza organizzativa e tasso tecnico della competizione. La quarta tappa del circuito Volvo Cup 2007 è stata caratterizzata da un vento "capriccioso" che spesso ha messo a dura prova la pazienza e la concentrazione dei team in gara. Dopo le regate di Alassio, Scarlino e Gaeta tutti si aspettavano, nelle acque antistanti il lungomare Nazario Sauro, una battaglia "a due" tra Lorenzo Bressani al timone di Alfa Spider e Sandro Montefusco (su Gebl). Alla fine l'ha spuntata il team romano di Billo Baccani Challenge guidato da Furio Monaco, velista per passione, che ha stupito tutti. Sul podio finale della quarta tappa della Volvo Cup 2007 ci sono due team inglesi: Xcellent timonato da John Pollard, terzo il Barbarians di Jamie Lea. Quarto Nicola Celon su Marchingenio, quinto il team di Alina guidato da Luca Valerio. Solo sesto Lorenzo Bressani su Alfa Spider (giunto a Bari da capolista del circuito Volvo Cup), tredicesimo Montefusco alla guida di Gebl.
Furio Monaco su Billo Baccani Challenge ha conquistato la tappa di Bari e il titolo di Campione Italiano Melges 24 detenuto da Montefusco, aggiudicandosi due delle cinque prove disputate nel capoluogo pugliese. Un team composto da Furio Monaco, Ceribelli Francesco, Bussani Andrea, Brcin Branko, Roberto Cassoni. E pensare che l'avventura barese per Monaco non era cominciata nel migliore dei modi: solo decimo nella prima prova di giovedì (primo il team di Brontolo guidato da Matteo Ivaldi). Venerdì l'exploit con due primi posti nelle tre prove del giorno, valgono il salto in vetta alla classifica generale. Sabato il vento ha abbandonato i regatanti e costretto il comitato ad annullare le tre prove previste nel programma. T
utto, quindi, è stato rimandato a domenica. Alle 13.30, con "sole" tre ore e mezza di ritardo, la regata è partita per il gran finale. Un finale che non ha lesinato emozioni: dopo un giorno senza vento la voglia di regatare e di cancellare delle brutte prestazioni, da parte di molti equipaggi, era tanta. E allora c'è stato spazio per lo spettacolo e l'agonismo. Così si spiega la prima falsa partenza: molti gli equipaggi davanti alla linea. Dopo quindici minuti tutti pronti a ripartire. Troppa la concitazione..in sette hanno varcato nuovamente la linea di partenza in anticipo e si sono visti sventolare la bandiera nera: per loro regata conclusa. Tra questi anche il team barese di Chimera timonato da Alessio Muciaccia che davanti al pubblico di casa non ha brillato ottenendo solo il 35° posto nella classifica generale conclusiva. Accanto a lui non sono mancati nomi blasonati tra gli esclusi alla prova per seconda partenza anticipata: il team di Sandro Montefusco (Gebl), Dodo Gorla su Mini Hotel, Carlo Fracassoli su Mas Amantes, Roberto Martinez su On line Sim-Firebolt, Sherekhan di Ugo Giordano, Zero Two di Michael Good.
L'unica prova della domenica vede al primo posto Stefano Cherin su Se Godemo, secondo Furio Monaco su Billo Baccani Challenge, terzo il team di Gullisara Quartarella di Mario Ziliani. Nella graduatoria conclusiva della tappa tra i baresi, tutti Corinthian, benino l'equipaggio dell'armatore Maurizio Cardascio su Sherekhan: chiude al
20° posto nella classifica finale. Tanta sfortuna per Alessio Muciaccia, timoniere di Chimera: giunto in questi giorni 32°, 27°, 34°, 26°: 35° in classifica finale. Non brilla neanche l'astro nascente della vela barese, Andrea Airò al timone di Vertigo: non va oltre la 32esima posizione finale. Folle Volo Pegasus di Joseph Pastore 34°, Extravagance di Giuseppe Pannarale 39°, Nuova Pdm 43°.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione