Cerca

Credito Sportivo: «I club hanno presentato i progetti per gli stadi»

Il neo presidente Andrea Cardinaletti: «Le società di A e B sono in attesa di capire il percorso del decreto legge per il rifacimento degli impianti e per la sicurezza. Su questo tema ci sono aspettative di avere un aiuto da parte dello Stato, che non sarà in termini di capitale ma in termini di interessi»
ROMA - «Le società che hanno già un'idea precisa in testa si stanno muovendo ed hanno presentato i loro progetti. Quali sono? Società di serie A e B». Lo ha detto il neo presidente dell'Istituto del Credito Sportivo, Andrea Cardinaletti, a margine della presentazione della 43esima Coppa dei Canottieri che si è tenuta oggi al Circolo Canottieri Lazio. «Come Credito Sportivo abbiamo la necessità di valutare i contenuti dei progetti, in particolare quelli gestionali, per conoscere e analizzare la capacità restitutiva dell'investimento. Si può anche costruire un bellissimo stadio, ma se poi non produrrà alcun utile, andrà valutato come investimento. Le società di serie A e B -continua Cardinaletti- sono in attesa di capire il percorso del decreto sia per quanto concerne il rifacimento degli impianti che per quanto riguarda la sicurezza. Su questo tema ci sono aspettative di avere un aiuto da parte dello Stato, che non sarà in termini di capitale ma in termini di interessi».
Il Ministro dello sport, Giovanna Melandri, aveva avanzato la proposta di affidare una parte dei proventi derivanti dai diritti televisivi al Credito Sportivo per dare dei mutui molto agevolati alle società, per la trasformazione degli stadi o per la realizzazione di nuovi impianti. «La proposta del Ministro Giovanna Melandri sta andando avanti. Con il primo tavolo, al quale hanno partecipato oltre al Ministro dello Sport anche i Ministri dell'Interno Giuliano Amato e della Infrastrutture Antonio Di Pietro, si è deciso di affidare all'ex commissario della Figc, Luca Pancalli, la task force per la questione stadi. Avremo presto i primi riscontri, a luglio le prime indicazioni. Sono molto contento di essere stato subito cooptato in questo progetto, ma i tempi sono stretti, abbiamo 120 giorni in totale ed il primo step dopo 30 giorni, ci siamo quasi».
Il presidente Cardinaletti durante la presentazione della Coppa Canottieri ha inoltre sottolineato l'importanza, da parte del credito Sportivo, di aderire a queste manifestazioni. «Il 24 dicembre del 2007 l'Istituto compirà 50 anni. Noi non consideriamo quest'anno un punto di arrivo, ma un punto di partenza per i prossimi 50 anni che dipenderanno dalle possibilità di realizzare partnership come questa. La crescita dello sport nel Paese va di pari passo con la crescita degli impianti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400