Cerca

Perinetti, nuovo ds del Bari: «C'è la volontà di far bene»

Il presidente Matarrese: «Noi speriamo con questo nuovo programma di far ricredere chi non ha fiducia nella società. Non abbiamo abbandonato il Bari, né avremmo mai potuto regalarlo. In più non ho alcuna voglia di uscire dal mondo del calcio da sconfitto»
Perinetti, nuovo ds del Bari: «C'è la volontà di far bene»
BARI - Il Bari riparte con Giorgio Perinetti, nuovo direttore sportivo, per disegnare un futuro ambizioso. Il presidente Vincenzo Matarrese ha presentato ieri il nuovo responsabile dell'area sportiva nella sala conferenze del San Nicola. Tra citazioni mussoliniane («Chi si ferma è perduto») e dichiarazioni d'intenti («C'è la volontà di far bene»), il patron ha spiegato che «con l'ingaggio di Perinetti andiamo sul sicuro». «E' un dirigente - ha affermato - esperto, serio e capace. Noi speriamo con questo nuovo programma di far ricredere chi non ha fiducia nella società. Non abbiamo abbandonato il Bari, né avremmo mai potuto regalarlo. In più non ho alcuna voglia di uscire dal mondo del calcio da sconfitto».
L'amore per il sud e l'ammirazione per il presidente Matarrese sono state le due motivazioni principali che hanno spinto Giorgio Perinetti ad accettare subito il nuovo incarico in Puglia. «Amo il Meridione - dice - e credo che Bari sia una piazza con grandi potenzialità, ancora da sfruttare. Poi Matarrese è per me sullo stesso piano di grandi presidenti con i quali ho avuto l'onore di collaborare, da Corrado Ferlaino a Dino Viola a Franco Sensi: ha sempre rappresentato una grande passione ed orgoglio per il Bari».
Sui primi movimenti di mercato il d.s. è stato molto abbottonato: «La strada da intraprendere - analizza - dipenderà dalla risoluzione delle comproprietà e dal mercato. Noi proveremo a trovare una sintesi tra investimenti ed idee innovative. Qui a Bari mi rimetto in discussione da zero. Con impegno, professionalità, con la collaborazione del tecnico Materazzi ed un pò di fortuna cercheremo di riportare il pubblico al San Nicola».
«Allestiremo una squadra che possa migliorare i risultati raccolti in passato - conclude - e lo faremo curando le potenzialità del settore giovanile, che crea senso di appartenenza, e rafforzando la rete di scouting per scoprire giovani talenti nelle società minori». Sul nodo dei contratti in scadenza di Gillet, Carrus e Santoruvo, Perinetti ha affermato di doversi incontrare nei prossimi giorni con i rispettivi procuratori, mentre il presidente Matarrese ha commentato duramente: «Sono giocatori del Bari. Devono essere seri e non montarsi la testa. Dopo dicembre qualcosa si è rotto nello spogliatoio e qualcuno dovrà pagare per aver tentato di rovinare la squadra».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400